S. Marinella. Avviati i lavori di restauro dell’ex sede municipale di Via Aurelia

17

SANTA MARINELLA – Si è svolta sabato mattina la breve cerimonia di consegna delle opere di restauro dell’ex sede municipale di Via Aurelia  alla ditta che si è aggiudicato il bando pubblico. Presente il Sindaco Pietro Tidei e i responsabili dell’impresa che ora avranno 150 giorni di tempo per ultimare tutti gli interventi e restituire all’amministrazione comunale un edificio completamente rinnovato e di grande valore.

“Il progetto avrà un costo finale di circa 400 mila euroafferma il Primo cittadino cifra che è frutto di uno dei tantissimi finanzianti che l’attuale giunta Tidei ha ottenuto in meno di due anni e che stanno consentendo di rivalutare e ristrutturare l’intero patrimonio comunale, i plessi scolastici e gli impianti sportivi Il tutto dopo anni in cui i nostri predecessori hanno permesso che tutti gli immobili, le scuole e le strutture sportive andassero in malora senza far nulla per cercare di salvaguardare questi beni. Questa amministrazione, invece, sta raggiungendo importantissimi risultati su questo fronte e vorrei ricordare, a tale proposito, che solo lo scorso mese erano stati appaltati anche i lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza sismica della palazzina comunale dell’ex anagrafe di via della Libertà. L’edificio, a rischio crolli, era rimasto chiuso nella più totale inerzia della passata giunta, per circa dieci anni. Quando entro alcuni mesi tutti i lavori saranno terminati, è mia intenzione discutere con tutti i capigruppo anche di minoranza quale dovrà essere il futuro utilizzo di questi beni immobili. Come maggioranza abbiamo già delle proposte, ma voglio confrontarmi con tutte le forze politiche rappresentate in consiglio comunale. Abbiamo però una certezza, ovvero che non è nelle nostre finalità vendere i beni comunali ma solo valorizzarli e metterli anche a disposizione delle associazioni locali”.

“Il prossimo mese di giugno – conclude Tidei – con la fine dell’anno scolastico, saremo in grado anche di trasferire sempre nel compendio immobiliare di Via Cicerone anche l’ufficio anagrafe ospitato attualmente nell’ex ostello del lungomare Marconi ultimando l’operazione di riunificazione di tutti gli uffici comunale di Santa Marinella in un’unica sede”.