S. Marinella. Anche il PD critica Tidei: “No a operazioni di Palazzo”

SANTA MARINELLA – Dal Partito Democratico di Santa Marinella-Santa Severa riceviamo e pubblichiamo:

“Leggiamo sui giornali l’ormai palese intenzione del sindaco Pietro Tidei di allargare la maggioranza dell’Amministrazione che governa Santa Marinella a esponenti eletti nelle fila del centrodestra.
L’operazione è dipinta come una misura di rafforzamento dell’azione amministrativa in vista dei grandi progetti che disegneranno la Santa Marinella del futuro.
Noi del PD di S. Marinella/S. Severa esprimiamo la nostra contrarietà di merito e di metodo a questa operazione.
Una contrarietà di metodo, perché le note difficoltà della maggioranza vanno affrontate e risolte in seno alla compagine che ha vinto le elezioni.
I cittadini della nostra città hanno scelto chi li doveva governare e chi doveva stare in opposizione. A chi è in maggioranza quindi il compito di trovare una quadra che permetta di portare a termine il mandato senza riabilitare amministratori bocciati dalle urne.
Una contrarietà di merito perché i tre Consiglieri in questione si sono proposti in perfetta continuità alla stessa amministrazione Bacheca che aveva condotto la città al dissesto. Abbiamo chiesto alla città i sacrifici che ci hanno permesso di risanare la casse del comune e non vogliamo che questa operazione sminuisca questo risultato. C’è una parte che ha devastato il Comune e una che l’ha risanato. Se le andiamo a fondere non faremo che dare voce al refrain populista che ci vuole tutti amalgamati in un unico schema di mera gestione del potere.
Ammesso che i consiglieri di centrodestra accettino di entrare in maggioranza, ipotesi sulla quale peraltro abbiamo qualche dubbio, lo farebbero portando le istanze di un programma diverso da quello di chi ha vinto le elezioni. Lo farebbero in perfetta continuità con uno scenario nazionale in cui le nostre forze coesistono in un governo di unità nazionale ma sono divise da profonde differenze, da idee di società completamente diverse.
Il PD, con i propri rappresentanti in consiglio, ha condotto anni di opposizione ferma al centrodestra che ha messo in ginocchio la città. Con tutto il rispetto personale per i tre Consiglieri che verrebbero coinvolti, loro sono l’espressione politica di quanto abbiamo combattuto in quegli anni.
Nei vari comunicati che leggiamo in proposito, incuriosisce, infine, il richiamo a faraoniche ipotesi di finanza di progetto come quella della passeggiata. E già che siamo nel campo delle ipotesi, viene il dubbio che l’allargamento della maggioranza sia funzionale solo a trovare i voti per questo progetto e altri similari. Ecco: in quel caso la vittoria politica del centrodestra sarebbe completa.
Dopo aver espresso due amministratori della giunta Bacheca in maggioranza, ne aggiungerebbero altri e porterebbero a termine lo stesso progetto che la precedente maggioranza, con la ferma opposizione del PD, non era riuscita a portare a compimento.
Se così non è, si cerchi un accordo tra chi ha vinto le elezioni. Non si pensi alla Santa Marinella del 2050 ma a quella di oggi dove c’è una coalizione che ha vinto e una che ha perso”.

Il PD di S. Marinella/S. Severa