Ladispoli. Elezioni: i commenti dei protagonisti

Francesca Di GirolamoLADISPOLI – Primi commenti a Ladispoli dopo il voto amministrativo di ieri che ha sancito il ballottaggio tra Crescenzo Paliotta ed Agostino Agaro per decidere chi sarà il nuovo primo cittadino.
Soddisfatto il sindaco uscente Paliotta, che al momento si trova in vantaggio rispetto al suo rivale: 37,80% contro 30,9%.
“Ritengo –dichiara Paliotta – che il voto ottenuto dall’Amministrazione comunale uscente sia soddisfacente e che ci siano tutte le condizioni per affrontare bene la prova del ballottaggio soprattutto con l’appoggio di quella parte dei cittadini che si è riconosciuta nelle liste civiche. La coalizione che ha amministrato Ladispoli si è confermata la prima nella nostra città. Da rilevare la notevole affermazione del Movimento cinque stelle che ha fatto localmente una campagna molto propositiva e su temi ai quali siamo molto sensibili. Siamo dispiaciuti per il risultato non buono di Sinistra e libertà che rappresenta comunque una risorsa importante con la quale vogliamo continuare a dialogare. A tale proposito, rivolgiamo il nostro appello a tutti i partiti e movimenti che non vogliono consegnare Ladispoli in mano ad un Centro destra diviso e incapace di avere un serio progetto per la crescita del territorio. Un Centro destra che non ha avuto nemmeno il coraggio di contrastare pubblicamente i gravissimi progetti della Regione Lazio che vorrebbe trasformare il nostro litorale nella pattumiera della capitale con la proposta di una discarica a Pizzo del Prete e vorrebbe togliere al Comune la gestione dell’acqua pubblica. Siamo disponibili a confrontarci e a realizzare accordi con le forze che presentano programmi condivisibili soprattutto per quanto riguarda la difesa dei beni comuni e il rispetto del ruolo di Ladispoli nell’area metropolitana. Con il consenso dei cittadini siamo certi che il 20 e 21 maggio proseguirà il cammino di crescita, sviluppo e miglioramento della nostra Ladispoli”.
Decisamente delusa, tanto da annunciare l’abbandono della scena politica nonostante la sua giovane età, la candidata di Sel Francesca Di Girolamo (nella foto) , che commenta così la sua sconfitta elettorale: “Quando si perde, di solito intorno appare una sorta di alone di “repellenza”; chi fino a ieri ti salutava, oggi abbassa la testa. Il telefono smette di squillare, qualcuno ti poggia una mano sulla spalla in segno di “cordoglio”. Vorrei ringraziare tutti; chi ci ha dato fiducia e chi non l’ha fatto. Chi ci ha regalato attestati di stima e poi ha preferito votare altro. Il dato finale di Ladispoli ci restituisce un quadro forse atteso, in linea con quanto accade nella nazione, non in linea con la nostra visione del mondo. Non cederò mai a chi dice che che “viviamo nell’altrove”, che le cose si possono fare secondo un unico metro, che non c’è spazio per il cambiamento. Dentro la negatività assoluta del dato elettorale (3%sul sindaco, 2,50 sulla lista), ci sono risultati importanti da parte di giovani a cui va necessariamente ceduto il testimone. La politica rimane una passione, un’urgenza, qualcosa da coltivare in un quotidiano che si riempa nuovamente di molto altro. Ho dedicato 12 anni d’impegno e sorrisi, incazzature e pezzi di vita alla mia città. L’ho fatto certa che “sporcarsi le mani”, uscire dai recinti dell’indignazione e dell’opinionismo, fossero l’unico modo per restituire, al luogo che mi ha vista nascere, il mio impegno. Ora é il momento di cedere il passo. Spazzando le macerie e lasciando libero il campo della ricostruzione. Durante questa campagna abbiamo incontrato molti nuovi compagni di viaggio; abbiamo rinsaldato legami con vecchi amici e neo-cittadini, interessati quanto noi al futuro di Ladispoli. E’ da loro che bisogna ricominciare. Per una primavera che sia anche di rinascita. Consapevole della mia responsabilità nel fallimento di questa esperienza, faccio quello che molti politici avrebbero dovuto fare nel tempo: me ne assumo l’intero peso, lascio calare il sipario e guardo con amore e interesse a chi raccoglierà la sfida di costruire una sinistra importante, politica, capace di parlare un linguaggio comprensibile e di aprirle davvero le stanze. Grazie a tutte e tutti, buona vita!”.

Soddisfatto invece il Circolo Pd di Ladispoli che ringrazia la cittadinanza per il consenso ottenuto dalla lista. “Risultato – si legge in una nota del partito – che ci dà una motivazione ancora più forte per affrontare il secondo round della tornata elettorale con il ballottaggio per la carica di Sindaco. Unitamente ai nostri alleati raddoppieremo lo sforzo e l’impegno per dialogare con la comunità, per diffondere il nostro programma amministrativo, per confermare come primo cittadino il nostro candidato Crescenzo Paliotta portatore di esperienza, onestà, innovazione e affidabilità. Sono questi i punti cardine per completare il lavoro svolto nella passata consiliatura e aprire una nuova frontiera ponendo al centro lo sviluppo sostenibile, la qualità della vita, la gestione trasparente delle risorse, la solidarietà e l’attenzione ai bisogni delle famiglie e delle difficoltà che gravano sulle spalle di chi non possiede rendite o cuscinetti in grado di ammortizzare i colpi della congiuntura economica dalla quale tutti insieme dobbiamo uscire”.