Ladispoli. PD: “Perché la città deve essere rappresentata da certi personaggi?

LADISPOLI – Dal Partito Democratico di Ladispoli riceviamo e pubblichiamo:

“Ancora una volta Ladispoli riceve l’attenzione nazionale a causa di personaggi che se non ricoprissero ruoli pubblici rimarrebbero a livello di macchietta locale.
Stiamo ovviamente parlando del consigliere Cavaliere, apparso ieri sera nel programma televisivo Le Iene andato in onda su Italia 1, spacciando per verità incontrovertibili tutto il suo repertorio di falsità totali, passando dalla presunta pandemia alla presunta guerra, nella totale mancanza di rispetto delle persone uccise dai bombardamenti.
Il personaggio è lo stesso che attraverso i suoi voti ha partecipato all’elezione del Sindaco Grando e al quale lo stesso primo cittadino un anno fa ha concesso la fascia tricolore per rappresentare la città (unico Comune d’Italia presente) ad una manifestazione svoltasi a Roma nella quale si negava l’esistenza del virus e si insultava il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella invitando i presenti a denunciarlo alla Procura.
Ed è sempre Grando, il Sindaco, che nella campagna elettorale rifiutava ogni idea di accoglienza e denunciava le iniziative interculturali organizzate dalle nostre Scuole facendo presentare ad esponenti della Lega interrogazioni parlamentari per cercare di bloccarle.
Ci domandiamo: perché Ladispoli deve essere rappresentata a questi livelli?
La nostra città merita ben altro, per ciò che è stata ma soprattutto per ciò che è”.

Circolo del Partito Democratico di Ladispoli