Ladispoli. Nuova raccolta firme per dire no a Piazza Almirante

286

LADISPOLI – Dopo il successo oltre le aspettative di domenica 30 settembre, il Comitato Cittadino NO Piazza Almirante a Ladispoli sarà di nuovo in piazza Rossellini, dalle 10:00 alle 19:30 di domenica 7 ottobre per raccogliere nuove adesioni alla petizione.

“Facciamo appello alla società civile – affermano dal Comitato – alla ‘luce umana di Ladispoli’ per vincere insieme questa battaglia contro una scelta che riporta drammaticamente indietro le lancette della storia. Malgrado le richieste di un dignitoso dietrofront, siglate da diversi settori del tessuto cittadino, l’Amministrazione Grando insiste nel voler intitolare un luogo pubblico alla memoria di un personaggio politico compromesso – senza pentimenti a posteriori – con una delle pagine più tragiche della storia del nostro Paese: la firma per le leggi razziali del 1938. Leggi che, nel nome di una presunta superiorità ‘del sangue’, causarono dolore, deportazioni e migliaia di vittime inermi. Neanche Ladispoli ne fu immune e questi sono fatti indelebili, non opinioni ‘di parte’. Spingendoci oltre, se l’attuale Amministrazione di Piazza G. Falcone avesse optato per un nome della destra storica ‘al di sopra di ogni sospett’, probabilmente non avrebbe causato un moto di indignazione corale così fermo, malgrado le evidenti differenze ideologiche che animano gli abitanti di Ladispoli. Questo tenendo anche conto del fatto che Ladispoli, storicamente, è una città multietnica e inclusiva. Per di più l’intitolazione – ad un razzista – avverrebbe davanti ad una una Parrocchia; ad una Chiesa che, come tutte, è il simbolo per eccellenza dell’ecumenismo universale”.