Ladispoli. M5S: “Consiglieri assenteitsi in Commissione e offensivi verso persone in difficoltà”

117

LADISPOLI – Dal Movimento Cinque Stelle Ladispoli riceviamo e pubblichiamo:

“Me ne frego! Questo è quello che pensano i politici di Ladispoli dei problemi della gente!
Non ci sono altri mezzi termini per descrivere il totale disinteresse per aiutare le fasce più deboli a Ladispoli.
Ieri, dopo che le opposizioni, con insistenza, avevano chiesto ed ottenuto una commissione servizi sociali sul tema del Distretto Sociosanitario, punto fondamentale per erogare servizi a chi è in difficoltà, i consiglieri di maggioranza e opposizione non si presentano e la commissione va deserta. Ai pochi presenti, il nostro consigliere Ida Rossi, i consiglieri Marco Fiorenza e Giuseppe Loddo, non è restato altro da fare che constatare la nullità della seduta. Peccato, perché agli occhi dei genitori di persone disabili, venuti ad assistere per capire lo stato del Distretto, la politica di Ladispoli ha fatto l’ennesima figuraccia, dimostrando che quello di ‘aiutare i più deboli’ è solo uno slogan e viene dopo il bagno al mare e i giochetti politici per dimostrare chi ha più numeri.
Nonostante il Presidente della Commissione Fiorenza e l’Assessora Cordeschi si affannassero a chiamare i vari consiglieri per farli venire in commissione, la seduta non ha avuto il numero legale. Ad animare l’attesa l’intervento del consigliere Raffaele Cavaliere, membro della commissione, che si è fermato per soli pochi minuti, quanto bastava per accendere una discussione rivolta ai genitori dei disabili.
Un momento molto basso della politica di Ladispoli, che ha lasciato nell’imbarazzo persino il consigliere di maggioranza Fiorenza e l’Assessora Lucilla Cordeschi, che invece era intervenuta, insieme alla dott.ssa Colacchi, responsabile del Piano di Zona, proprio per illustrare lo stato della situazione e confrontarsi, come giustamente doveva essere, con l’opposizione.
‘Sono rimasta senza parole’, commenta Ida Rossi, che, come consigliere comunale M5S partecipa ai lavori della commissione, ‘sono vent’anni che mi occupo della difesa dei diritti dei più deboli, ed un totale menefreghismo e mancanza di rispetto così, non li avevo mai riscontrati!’.
Oggi più che mai, con l’emergenza COVID ancora in corso e le enormi difficoltà sociali ed economiche in cui si trovano molti nostri concittadini, la politica di Ladispoli avrebbe dovuto lanciare un segnale diverso.
Il Movimento 5 Stelle di Ladispoli continuerà, come ha sempre fatto, a lavorare perché finalmente tutti abbiano gli stessi diritti nella nostra città e si possa veramente costruire una comunità solidale ed inclusiva.
Nessuno deve rimanere indietro!”.

Movimento Cinque Stelle Ladispoli