Ladispoli, Istituto Alberghiero partecipa a “Ladispoli non spreca”

0
114

LADISPOLI- E’ arrivato al traguardo, all’Alberghiero di Ladispoli, il Progetto “Futuri professionisti del food contro lo spreco alimentare”: 3 lezioni tenute da esperti del settore con esercitazioni pratiche e la realizzazione di un contest finale, che è stato presentato giovedì 5 dicembre nella Sala ‘Daniele Nica’ dell’Istituto Professionale di via Federici.

Abbiamo sposato con molto entusiasmo questo progetto promosso da APS Litorale Nord, che mira a sensibilizzare gli studenti sul tema del recupero delle eccedenze alimentari, in sintonia con quanto indicato dalla Commissione Europea nella tabella di marcia verso un’Europa efficiente nell’impiego delle risorse: ‘Fare di più, sprecando di meno’. – ha affermato la Dirigente Scolastica dell’Istituto Alberghiero Prof.ssa Vincenza La Rosa, che ha ringraziato tutti i relatori e, in particolare, la Prof.ssa Valeria Mollo, Vicepreside dell’Istituto Alberghiero e coordinatrice del Progetto – La lotta contro gli sprechi deve cominciare dall’informazione, dall’educazione e dalla scuola, per favorire l’adozione di comportamenti responsabili e rispettosi. L’educazione ambientale sarà materia di studio obbligatoria in tutte le scuole: – ha aggiunto la Prof.ssa La Rosa – geografia, scienze e fisica si avvicineranno sempre più alla sostenibilità e saranno legate fra loro. Si tratta degli obiettivi che l’Agenda Onu 2030 per lo sviluppo sostenibile ha affidato all’istruzione: formare i ‘cittadini globali’ di domani, attraverso l’acquisizione delle conoscenze e competenze necessarie a promuovere lo sviluppo sostenibile”.

La Vicepreside dell’Istituto Alberghiero Prof.ssa Valeria Mollo ha sottolineato l’importanza del ruolo delle giovani generazioni, che devono farsi testimoni, anche rivolgendosi al mondo degli adulti, di una profonda coscienza ambientalista: “una sensibilità – ha ricordato la Prof.ssa Mollo – che deve partire dal basso e dai piccoli gesti del quotidiano“.

Riccardo Bucci, Presidente APS Litorale Nord, ha sottolineato l’importanza di una ‘cultura del recupero’ che deve poggiare sulla sensibilità ambientale e partire dalla formazione e dall’informazione. Riccardo Bucci ha descritto le caratteristiche del progetto ‘Ladispoli non spreca’: un network per la raccolta delle eccedenze alimentari  presso gli esercizi commerciali della città di Ladispoli, che coinvolge anche la sede locale della Croce Rossa e della Caritas: i prodotti alimentari (e, presto, anche i farmaci), all’interno di un efficace sistema ‘inclusivo’ di economia circolare, vengono prima prelevati, quindi distribuiti ai cittadini in condizioni di disagio. Una raccolta – è stato annunciato – che coinvolgerà da oggi anche l’Istituto Alberghiero di Ladispoli.

Marina Melissari, membro del  Coordinamento dell’Associazione di Promozione Sociale “Litorale Nord”, ha ribadito l’importanza dell’iniziativa svolta all’interno dell’Istituto Alberghiero, presentando un video che ha ripercorso tutte le tappe del progetto.

Francesca Lazzeri, Assessore al Commercio e alle Attività Produttive del Comune di Ladispoli, ha ricordato la storia della città di Ladispoli, sottolineando la sua tradizione di accoglienza e di solidarietà. “Come Assessore – ha affermato – voglio difendere soprattutto ‘il piccolo’, la ‘piccola distribuzione’, che ha dato sempre prova di grandissima generosità. L’unione fa la forza. State frequentando un’ottima scuola – ha aggiunto l’Assessore Lazzeri, rivolgendosi agli studenti – Sarete il futuro di questa città”.

Presenti all’evento anche Carmelo Augello, Consigliere Comunale e Delegato all’Igiene Urbana, Carla Rota ed Efisio Corriga, in rappresentanza della Croce Rossa di Santa Severa e Monica Puolo, Responsabile della Caritas Diocesi di Santa Rufina.

Dal sapere al saper fare: a chiusura dei lavori, un pranzo preparato dagli studenti con il metodo della cucina di recupero delle eccedenze alimentari. “Non una semplice strategia ‘svuotafrigo’ – ha spiegato la Dirigente scolastica Prof.ssa Vincenza La Rosa – ma la messa in gioco di valori di estrema rilevanza: uno stile di consumo e una metodologia professionale responsabile e consapevole”. Il piatto vincitore della gara che ha concluso il progetto (spaghetti alla spigola con vellutata di zucchine e salsa piccante ai peperoni) è stato realizzato dagli allievi Michele Alesci, Daniele Bolli, Marco Famà, Nicolò Giorni e Lorenzo Udardi. A coordinare gli studenti del V A Indirizzo Enogastronomia, III A e IV A Indirizzo Sala c’erano i docenti Donatella Di Matteo, Bruno Mazzeo, Dora Carobene e Fulvio Papagallo, con gli Assistenti tecnici Pietro Piccarisi e Elisabetta Mannelli.

Il servizio di accoglienza degli ospiti è stato curato dalle docenti Giovanna Albenese, Carmen Piccolo e dall’Assistente tecnica Tiziana Feliciano.

Un mondo diverso e migliore è possibile – questo il messaggio lanciato dall’Istituto Alberghiero di Ladispoli – quando alla sensibilità e alla competenza si uniscono la passione, la creatività e lo spirito di solidarietà.

 

 

 

 

 

 

 

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY