Ladispoli. Esercitazioni militari: “Il Comune non ha tutelato il nostro territorio”

436

LADISPOLI – “Il Comune non ha tutelato il nostro territorio”. Lo affermano il Circolo cittadino e il Gruppo consiliare del Partito Democratico a seguito delle esercitazioni militari che si svolte in questa settimana sul territorio di Ladispoli con l’ausilio di elicotteri.

“Sono stati pesantemente coinvolti sia il centro urbano sia le zone circostanti, comprese le aree a tutela naturalistica come il bosco di Palo e la Palude di Torre Flavia – affermano dal Pd – Una persona è rimasta gravemente ferita perché sbalzato dal vortice creato da un elicottero, alcuni allevamenti di animali hanno subito danni, centinaia di volatili sono fuggiti dalla zona protetta di Torre Flavia. Anche nella giornata successiva al grave incidente subito dal nostro concittadino le esercitazioni sono continuate con la stessa pesante modalità”.

“Soltanto quando tutto era accaduto – riferiscono i democrat – e i fatti, per la loro gravità, erano arrivati all’attenzione dei notiziari nazionali, il Sindaco ha fatto sapere di non essere stato avvisato dello svolgimento delle esercitazioni. Quella del Sindaco è una ammissione di scarsa attenzione alla tutela della propria comunità e del proprio territorio”.

Il Partito Democratico chiede pertanto di conoscere: “Per quale motivo, quando già nel primo giorno di esercitazioni era chiaro l’impatto su Ladispoli, il Sindaco non abbia chiesto subito chiarimenti ufficiali alle autorità e informato la cittadinanza; se siano stati imposti sul territorio di Ladispoli vincoli militari particolari e finora non resi noti; se siano stati segnalati alle Autorità militari i vincoli naturalistici esistenti su ampie zone del nostro Comune, in particolare quelli a salvaguardia delle Zone di interesse Comunitario e delle zone dichiarate Monumento Naturale”.