Ladispoli. Dall’assemblea di Potere al Popolo forti spinte alla fusione con Cerveteri

0
349

LADISPOLI – Nella serata di ieri si è svolta l’Assemblea pubblica indetta da Potere al Popolo sul progetto di fusione dei comuni di Cerveteri e Ladispoli. La relazione iniziale ha affrontato sinteticamente tutti i temi che riguardano le ragioni dell’iniziativa che abbiamo intrapreso, i vantaggi di carattere economico e normativo che comporta, i problemi, i tempi e le opportunità che potrebbero derivare dalla fusione di Cerveteri e Ladispoli.

“In particolare – riferiscono gli esponenti di Potere al Popolo Ladispoli-Cerveteri – è stata illustrata la legge nazionale che tra l’altro prevede maggiori contributi straordinari per 2 milioni di euro annui per 10 anni e una serie di agevolazioni e di vantaggi rilevanti. Inoltre le accresciute dimensioni ed il peso politico che assumerebbe il nuovo comune nell’ambito della Regione e della Città metropolitana di Roma Capitale, consentirebbe di ottenere ulteriori contributi, maggiori finanziamenti ed un accresciuto potere contrattuale nei confronti di tutte le aziende che erogano servizi nel territorio, con evidenti risparmi economici che possono essere utilizzati per migliorare complessivamente i servizi forniti ai cittadini. Tutto ciò produrrebbe maggiore occupazione, migliori e meno costosi servizi alla cittadinanza, un ambiente più tutelato. Turismo, cultura, archeologia, agricoltura, ristorazione e cura dell’ambiente e delle aree naturalistiche rappresenterebbero così una ricchezza che darebbe un futuro a questo territorio. In sintesi una profonda riforma politica del territorio, un progetto complessivo che oggi manca in entrambi gli attuali comuni di Cerveteri e Ladispoli e che domani potrebbe diventare una realtà comune”.

“La discussione che è seguita tra i cittadini presenti – proseguono gli esponenti locali di PaP – ha fatto emergere una posizione complessivamente molto favorevole al progetto, evidenziando comunque le difficoltà e indicando anche alcune proposte molto interessanti su specifici aspetti, come quello del miglioramento della sanità a livello locale, della necessità di costituire dei Municipi che garantirebbero partecipazione e confronto continuo tra amministrazione e cittadini. Il significato ed il valore dell’iniziativa di ieri è stato dato anche dalla qualità della platea in sala che ha visto la presenza fattiva di esponenti di spicco della vita democratica di Ladispoli e di Cerveteri i quali hanno dato la loro disponibilità a proseguire insieme su questa strada di concreta prospettiva sociale per le due città. È inoltre emersa la possibilità di costituire a breve un Comitato a sostegno dell’iniziativa. Di questo, di come continuare ad informare la cittadinanza e delle modalità ed i tempi di prosecuzione dell’iniziativa si deciderà nei prossimi giorni”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY