Ladispoli. “Con ‘Coloriamo la città’ si ripuntano i riflettori sui consultori familiari”

259

LADISPOLI – Dal Coordinamento Donne Resistenti di Ladispoli riceviamo e pubblichiamo:

“Siamo profondamente grate alle artiste Antonella Pirozzi, Monica Marra e Luisa Pietrangeli che – nell’ambito del progetto ‘Coloriamo la nostra città’ ideato da Donato Ciccone – hanno riacceso l’attenzione dell’opinione pubblica sullo stato dei nostri consultori familiari di Ladispoli e Cerveteri. Il coordinamento donne resistenti le ringrazia non solo perché hanno sottratto al degrado (di muri sporchi con scritte oscene) uno dei servizi socio sanitari che dovrebbero stare a cuore a tutti noi – cittadine e cittadini di questa comunità – ma soprattutto perché hanno riacceso i riflettori sullo stato di questi servizi così importanti anche per i bambini ed i giovani. Ricordiamo che secondo la normativa vigente Ladispoli e Cerveteri dovrebbero avere ciascuno N.2 consultori in base alla popolazione residente che rasenta per ciascun comune i 40.000 abitanti. Inoltre, tra i professionisti dovrebbero lavorarci a tempo pieno (38 ore): ginecologo, pediatra, psicologo, ostetrica, assistente sociale, infermiera, puericultrice. Questi operatori dovrebbero svolgere il loro compito non solo nei locali adibiti a consultori ma anche, cosa importantissima, nelle scuole. L’oggetto del loro lavoro è molteplice ma qui riportiamo solo le parole chiave per farne comprendere la complessità: ‘educazione sessuale e sentimentale, prevenzione delle principali patologie dell’apparato sessuale, accompagnamento alla maternità consapevole, contraccezione, presa in carico dei disagi sociali e psicologici sia della persona che della famiglia, etc etc…’
Attualmente i nostri consultori (due e non quattro) hanno un terzo di questi operatori. Vogliamo che l’impegno di Antonella Pirozzi, Monica Marra e Luisa Pietrangeli sia un buon inizio e un buon auspicio perché la situazione cambi.
Sappiamo che il cammino è lungo e che le istituzioni (Asl e Regione) si stanno muovendo; abbiamo chiesto incontri e verifiche ma di tutto ciò daremo puntuale informazione. Nel frattempo invitiamo tutti, proprio tutti, ad andare a vedere i murales del consultorio di Ladispoli in via Nino Bixio. ‘Aprono il cuore alla speranza di cambiamento’ anzi siamo volutamente ottimiste qualcosa sta già cambiando!”.

Coordinamento Donne Resistenti Ladispoli