La Protezione Civile porta in salvo 4 ciclisti smarriti tra i colli ceriti

CERVETERI – Una maxi operazione del Gruppo comunale della Protezione Civile di Cerveteri ha tratto in salvo, questa notte, impauriti ma incolumi, 4 giovani ciclisti romani che con le proprie mountain bike si erano smarriti tra i colli ceriti.
La segnalazione è partita dai Carabinieri di Cerveteri e ha immediatamente messo in moto le forze volontarie della Protezione Civile, che dalle 20 circa ha avviato ricerche a tappeto battendo le piste più o meno conosciute che si dilungano per kilometri tra Cerveteri, Castel Giuliano, Bracciano e le altre località collinari del territorio. Dieci i volontari attivati dal Comandante Marco Scarpellini e dotati di automezzi fuoristrada in dotazione al Gruppo, insieme alle forze dispiegate dai Carabinieri.
Dalle prime segnalazioni si pensava che i ragazzi, tutti tra i 18 e i 20 anni, partiti con le proprie bici dalla Necropoli della Banditaccia, fossero dispersi nelle vicinanze delle famose cascatelle di Monte Tosto. Invece, a mezzanotte passata, i giovani sono stati individuati, infreddoliti e demoralizzati, nell’are di Monte La Guardia, del territorio braccianese. I loro GPS li avevano traditi portandoli fuori strada.
Esito positivo e ottima prova di coordinamento delle operazioni di ricerca, che ha dimostrato anche una perfetta conoscenza del territorio.
Il Sindaco Alessio Pascucci e l’Amministrazione comunale tutta si congratulano e ringraziano sentitamente tutti il personale impiegato nelle operazioni