Il Pd vuole pari opportunità per tutti i cittadini di Tolfa

173

TOLFA –  Dalla segreteria del Pd di Tolfa riceviamo e pubblichiamo:

Il Partito democratico di Tolfa preferisce lasciare la poltrona piuttosto che calpestare dei sacrosanti principi, principi con i quali abbiamo chiesto i voti ai nostri cittadini.

Abbiamo provato per un anno ad amministrare, ma le condizioni si sono presentate troppo spesso al limite di ogni minima forma organizzata di amministrazione e gestione, dove oltretutto, i nostri consiglieri venivano sistematicamente insultati quando venivano fatte notare le problematiche.
Abbiamo cercato di colalborare anche come partito, facendo da tramite con la Regione Lazio in attività bloccate da tempo che hanno portato all’ente benefici, soprattutto in quanto né Presidente né vicepresidente hanno mai ritenuto importante “uscire” da Tolfa. Forse Perché convinti ancora che gestire l’università Agraria voglia dire occuparsi solo di Staccionate e mucche.
Abbiamo tenuto duro con i nostri consiglieri, ma questo è troppo.

L’università Agraria non è una azienda privata ma un Ente Comunitario e come tale và gestito.
I membri del CDA e dell’assemblea dell’.univ. Agraria sono tali perché sono stati ELETTI da tutti 5000 i cittadini tolfetani, ed è l’ interesse di tutti 5000 che devono rappresentare.
Come? Amministrando seguendo i principi della pubblica amministrazione: trasparenza, evidenza pubblica, pari opportunità.

 

Le evidenze pubbliche per le assunzioni nelle pubbliche amministrazioni sono un fatto di uguaglianza e di democrazia.
Se si lasciano le assunzioni in mano alla discrezionalità di chi amministra, si calpesta un principio democratico in favore di un di clientelismo.

IL voto contrario e l’ostruzionismo del Presidente Ciambella che addirittura è uscito, avendo tentato prima di annullare la proposta di delibera in cui si chiedeva di ASSUMERE IL PERSONALE ATTRAVERSO DEI CRITERI OGGETTIVI, è un fatto grave e sconcertante e addirittura probabilmente non conforme alla legge.

Un presidente che esce durante la votazione di un tale.importante atto significa che ” se ne lava le mani” e un Presidente è chiamato a dirigere.

Il Presidente di un Tale importante Ente come è diventato oggi l’agraria DI Tolfa non può permettersi una gestione grossolana delle.risorse, non può non conoscere e non occuparsi della parte amministrativa.
IL volontariato che tutti apprezziamo è infatti altra cosa rispetto all’amministrazione.

Ad esempio ci piacerebbe vedere nelle foto pubblicate dalla pagina fb dell’università Agraria e che ritraggono gli operai al lavoro, che indossassero i dispositivi di protezione individuali secondo le leggi di sicurezza sul lavoro, cosa di cui è responsabile il presidente

Ci piacerebbe vedere e sapere che gli operai hanno gli spogliatoi, cosa di cui è responsabile il Vice presidente.

E sopratturro Ci piacerebbe sapere che lo stesso vicepresidente non ritenga OGGETTIVI i suoi pareri SOGGETTIVI nelle assunzioni del personale.

 

Vorremmo sapere cosa ne pensa il Sindaco Landi.

La segretaria Pd Tolfa