Dinelli: “Con questa raccolta differenziata arriveremo al 65% nel 2114”

481

TARQUINIA – “Secondo i dati, la raccolta differenziata a Tarquinia nel 2013 registra un incremento dello 0,20% rispetto al 2012, arrivando così a una percentuale del 45,20%. Un dato emblematico che vorrei portasse l’amministrazione a riflettere sull’efficienza del servizio di raccolta rifiuti di questa città. Non serve infatti un matematico per rendersi conto che con un incremento dello 0,20% l’anno, raggiungeremo la quota del 65% prevista dalla legge esattamente nel 2114, tra cento anni!”. Lo dichiara in una nota stampa il Consigliere comunale 5 Stelle  Marco Dinelli.
“Il Movimento 5 Stelle ha molto a cuore il tema dei Rifiuti – prosegue –  e sappiamo che un’efficiente raccolta differenziata fa bene sia all’ambiente che alle tasche dei cittadini perché più differenziamo e meno soldi spendiamo per il conferimento in discarica.
Per questo motivo all’ultimo consiglio comunale, in cui è stata deliberata anche la nuova tassa sui rifiuti TARI, ho presentato una mozione che impegnava il sindaco e la giunta a promuovere e sostenere la pratica del compostaggio domestico e collettivo quale soluzione per contribuire alla riduzione dei rifiuti e al conseguente abbattimento dei costi di smaltimento in discarica nonché alla salvaguardia dell’ambiente: mozione che è stata bocciata all’unanimità dalla maggioranza, senza alcuna motivazione, visto che si proponevano delle soluzioni per promuovere ed incentivare la buona pratica del compostaggio domestico, prevista da anni nei regolamenti comunali sui rifiuti, ma quasi sconosciuta alla cittadinanza, che avrebbe potuto portare dei benefici da subito, senza aspettare la scadenza dell’appalto per la gestione dell’igiene urbana”.
“Ci chiediamo a questo punto – conclude Dinelli – quale apporto possiamo dare come opposizione, con una maggioranza che boccia a prescindere ogni proposta migliorativa, anche di fronte agli scarsi risultati ottenuti dall’amministrazione rispetto a temi così importanti come quello dei rifiuti, che pesano sull’ambiente e sulle tasche dei cittadini”.