Cerveteri. COVID-19, Pascucci: “Restate a casa”

234

CERVETERI – Si è svolta ieri mattina una nuova riunione operativa della task-force attivata dal Comune di Cerveteri per gestire l’emergenza legata al COVID-19. Presenti le figure apicali dell’Amministrazione comunale, Polizia Locale e Protezione Civile.

In conseguenza delle decisioni maturate, nelle prossime ore l’Amministrazione comunale metterà in piedi ulteriori misure atte a contenere la diffusione del Coronavirus.

Nel dettaglio è stata decisa la chiusura di tutte le aree sportive pubbliche e dei parchi comunali al cui interno sono presenti campi sportivi, vale a dire Via Luni a Cerenova, Parco Fürstenfeldbruck e i campetti di Via Paolo Borsellino a Cerveteri, e l’area sportiva di Via Corelli a Valcanneto.

A partire dal giorno mercoledì 11 marzo tutti gli uffici comunali riceveranno il pubblico solo su appuntamento, sconsigliando in ogni caso l’accesso a tutti coloro che non hanno emergenze e possono rinviare le proprie pratiche ad altra data. Al fine di organizzare le nuove modalità di ricevimento, nella giornata di domani, martedì 10 marzo, l’ufficio ambiente, opere pubbliche, urbanistica e attività produttive saranno chiusi al pubblico.

Già in vigore la regolamentazione degli ingressi presso le Farmacie comunali, dove possono entrare solamente due clienti alla volta. Anche presso il Centro di Raccolta di Via Settevene Palo Nuova nelle prossime ore verranno studiate analoghe disposizioni.

Per quanto riguarda la viabilità invece è sospesa la regolamentazione di Zona a Traffico Limitato nel Centro Storico.

È allo studio inoltre una possibile dilazione o sospensione delle scadenze delle imposte comunali per le attività commerciali e per le rette dei servizi a domanda individuale (refezione scolastica e trasporto scolastico).

“Stiamo attraversando una fase di forte emergenza a livello nazionale – ha dichiarato il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – il mio appello è rivolto a tutta la cittadinanza: rispettate le norme del DPCM e l’Ordinanza della Regione Lazio. Restate a casa. Limitate il più possibile ogni tipo di spostamento, se non strettamente necessario. Non possiamo permetterci una ulteriore propagazione del virus, in quanto il Sistema Sanitario Nazionale collasserebbe inevitabilmente, come sta già avvenendo al Nord Italia. Stiamo lavorando senza sosta per rimanere sempre al fianco della cittadinanza ed informarla tempestivamente su ogni sviluppo. Fortunatamente, ad oggi, lunedì 9 marzo, a Cerveteri non vi è alcun caso di contagio, ma ci sono già i primi risultati positivi nei Comuni limitrofi. Ricordo a tutti che nel rispetto dell’ordinanza Regionale emessa nella giornata di ieri, domenica 8 marzo, chiunque sia stato negli scorsi 15 giorni in qualsiasi area a rischio nel Nord Italia deve immediatamente comunicarlo al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente, al numero unico regionale 800118800 nonché al proprio medico di medicina generale o al pediatra di scelta libera, oltre al dover osservare la permanenza domiciliare. Il mancato rispetto degli obblighi dell’Ordinanza è punito ai sensi dell’art.650 del codice penale”.

“È necessario tenere alta l’attenzione – conclude il Sindaco Pascucci – ringrazio i Dirigenti, i Funzionari, la Protezione Civile, la Polizia Locale, gli Assessori e l’ufficio di Staff per lo sforzo profuso. Così come ringrazio i gestori delle attività che oggi hanno partecipato ai 3 incontri avvenuti al Granarone. Alcuni di loro per contenere il contagio hanno deciso di sospendere le attività, altri di intensificare i controlli. Benissimo. Solo se tutti collaboreremo, potremo affrontare questa emergenza”.