Bracciano. Sospese rette dell’asilo, la refezione e il trasporto scolastico

286

BRACCIANO – “Oggi per oggi a Bracciano c’è un nuovo caso di una persona risultata positiva al Coronavirus. Naturalmente la Asl Rm4 ha messo in atto tutte le procedure previste dal protocollo sanitario e il paziente si trova ora a casa”.

Sono diverse le comunicazioni di oggi martedì 24 marzo 2020, fornite alla cittadinanza dal Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli, inerenti l’attuale situazione di emergenza Covid-19: “Per quanto riguarda il primo paziente positivo al Coronavirus – aggiunge Tondinelli – comunico che è definitivamente guarito. Inoltre il paziente che aveva il tampone indeterminato oggi ha avuto i risultati definitivi e fortunatamente il tampone è risultato negativo. Quindi alla luce di quanto vi ho comunicato, ad oggi effettivamente a Bracciano abbiamo solamente due casi di positività al coronavirus. I pazienti come ho detto sono a casa e sono seguiti dalla Asl RmH”.

Il Sindaco ha anche voluto far sapere che il lavoro in Comune continua serrato nonostante l’attuale momento emergenziale: “La giunta comunale sta lavorando e oggi abbiamo fatto una delibera con cui sospendiamo dal 5 marzo tutte le rette dell’asilo comunale, la refezione e il trasporto scolastico. Naturalmente – aggiunge Tondinelli – anche il Consiglio comunale può lavorare da remoto e quindi, ribadisco, l’Amministrazione sta continuando a lavorare con la stessa attenzione e determinazione di sempre. Volevo inoltre ringraziare tutte le associazioni di volontariato che insieme alla sartoria Nori, insieme all’Arcolaio e ad alcune sarte hanno realizzato 300 mascherine che siamo pronti a distribuire sul territorio ai volontari che ogni giorno vengono a contatto con numerose persone e ai commercianti che sono rimasti aperti con le loro attività per garantire i beni di prima necessità. Chiaramente il momento è difficile, si vede qualche spiraglio ma questo non significa che dobbiamo allentare la presa. Rinnovo alla cittadinanza l’invito a restare a casa. Seguite i protocolli e rimanete a casa. Solo così possiamo uscire da questa pandemia. Insieme ce la faremo!”