Bracciano. Il Sindaco scrive a Città Metropolitana: “Servono più controlli e rigore”

266

BRACCIANO – “Ho preso carta e penna e formalizzato un sollecito che faccio da quando è iniziata questa emergenza: ho chiesto alla Città Metropolitana di Roma Capitale un supporto alle nostre forze di Polizia Locale e Carabinieri per reprimere con ancora più rigore le condotte irresponsabili di quei cittadini che non si attengono alle linee guida del decreto sul Coronavirus e continuano a mettere a repentaglio la salute propria e dell’intera Comunità di Bracciano”.
Queste le parole del Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli che in questo momento di emergenza assume toni perentori e di grande sdegno per quei cittadini che non rispettano le regole e hanno difficoltà a capire il messaggio di restare a casa: “In questo momento così delicato – conclude Tondinelli – rimango davvero deluso dal comportamento di quel 20 per cento della comunità di Bracciano che non ha rispetto per chi lavora giorno e notte per salvaguardarci. Le forze dell’ordine non possono essere dappertutto e a tutte le ore ma stanno facendo davvero il massimo per evitare che si creino assembramenti e per far rispettare le regole. E non finirò mai di ringraziarli. Ho chiesto alla Città Metropolitana maggiori controlli e più uomini a vigilare perché è vero che la polizia metropolitana è sul territorio ma purtroppo non si concentra sul controllo dell’adempimento delle direttive nazionali per quanto riguarda l’emergenza Coronavirus. Il Sindaco metropolitano Virginia Raggi dovrebbe disporre immediatamente questo genere di controlli. È una necessità. Ho fatto questo ulteriore atto perché intendo tutelare con tutte le mie forze i cittadini responsabili che hanno capito la gravità della situazione. Restiamo a casa tutti per uscire presto da questa terribile emergenza. Insieme possiamo farcela!”.