Al via il 22 luglio “Cin’è cucina, riso all’inglese”

614

TARQUINIA – Torna la rassegna cinematografica “Cin’è cucina”, dedicata quest’anno ai film in cui si ride all’inglese. Dal 22 luglio al 19 agosto, con cadenze varie, si susseguiranno sei serate tutte da gustare tra gastronomia e film d’autore. “Cin’è cucina, riso all’inglese” è una manifestazione nata da un’idea di Dino Alfieri, Piero Nussio e Pino Moroni, organizzata dall’Associazione “La Lestra”, con il patrocinio dell’assessorato allo spettacolo del Comune di Tarquinia. La formula sempre la stessa: alle ore 20 una cena buffet a offerta nel cortile dell’ex mattatoio in località Fontana Nova, cui seguirà alle ore 21.30 la proiezione gratuita.
Si partirà il 22 luglio con Molto rumore per nulla (1993), film che s’ispira all’omonima tragicommedia di. Il film ambientato a Messina durante la dominazione spagnola è stato girato in una stupenda villa ed è diretto, prodotto e interpretato da Kenneth Branagh affiancato da Emma Thompson, Denzel Washington e Keanu Reeves.
Il 25 luglio la commedia brillante Full Monty (1997), ambientata nel momento di crisi della siderurgia inglese e della conseguente disoccupazione dei suoi operai. Alcuni di loro per guadagnare si ricicleranno in maniera originale creando a un divertente spettacolo di spogliarello. La pellicola è prodotto da Uberto Pasolini e diretta da Peter Cattaneo, con Tom Wilkinson e Robert Carlyle.
Il 31 luglio una commedia che si mescola con il noir inglese Svegliati Ned (1998) di Kirk Jones con Ian Bannen e David Kelly. Due amici per la pelle, in un villaggio di pescatori dell’Irlanda meridionale, cercano con una sostituzione di persona di incassare i soldi di una lotteria vinta da un anziano morto per l’emozione, per divederli con tutta la popolazione (52 paesani). Il film girato sull’isola di Man con un piccolo budget ha incassato 55 milioni di dollari.
Il 6 agosto il film di Nigel Cole L’erba di Grace (2000), con un’ingenua e affascinante Brenda Blethyn nei panni della protagonista. Una commedia divertente e romantica dove i fiori si trasformano in “stupefacenti” per vecchiette allegre e criminali improvvisati e tutto diventa liberatorio e hippy.
Il 12 agosto il film Un matrimonio all’inglese (2008), remake di una commedia thriller di Hitchcok tratta dalla commedia omonima di Noel Coward, diretto dal regista australiano Stephan Elliot con Colin Firth, Kristin Scott Thomas e Jessica Biel. Il conflitto storico di civiltà negli anni ‘30 tra l’emancipazione femminile americana e il conformismo di una rigida famiglia inglese, con i ritmi di una commedia sofisticata.
Il 19 agosto la pellicola del regista pluripremiato Ken Loach (Oscar, Cannes e Venezia) La parte degli angeli. Una storia vera in agrodolce sulla possibilità di riscatto di un ragazzo sbandato attraverso la sua competenza innata nel riconoscere i wiskey più pregiati. La solidarietà, il coraggio, la maniera facile di fare soldi si mescolano ad allegria e ottimismo sulla mancanza di futuro per i giovani europei.