Acquedotto de I Terzi, continuano i lavori per ammodernare la rete ed eliminare l’arsenico

564

CERVETERI – Continuano i lavori e le notizie positive per la frazione dei I Terzi, nel Comune di Cerveteri. Ieri, 2 aprile, si è svolto a Tragliatella, nel Comune di Fiumicino, un nuovo incontro pubblico sul tema degli acquedotti Arsial, alla presenza delle Amministrazioni comunali di Cerveteri, Fiumicino e Anguillara, delle Dirigenze di Arsial e di Acea Ato2. Presenti, tra gli altri, il Sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, l’Assessore Enrico Stronati del Comune di Anguillara, il Delegato di zona de I Terzi Riccardo Pelliccioni, in rappresentanza del Comune di Cerveteri, il Commissario Straordinario dell’Arsial, Antonio Rosati e l’Amministratore Delegato di Acea Ato2 Sandro Cecili.

L’Arsial sembra aver individuato le risorse necessarie per eseguire i lavori e gli ammodernamenti di cui necessita la rete idrica. Si tratta di una cifra molto importante, finanziata in parte dalla Regione Lazio e da Acea Ato2. I lavori saranno effettuati su tutti i 170 km di rete idrica ed, avverranno a fasi graduali e necessiteranno in ogni caso del nulla osta delle Autorità sanitarie locali. Arsial ha già dichiarato di voler convocare un tavolo operativo teso ad agevolare le procedure amministrative e i rapporti con le istituzioni. La gara per la realizzazione dei lavori si svolgerà a livello comunitario e, se non ci saranno impedimenti, si potrebbe prospettare una risoluzione definitiva della problematica delle alte concentrazioni di arsenico per il giugno 2015.

“È importante, inoltre – ha affermato il Delegato Pelliccioni – un altro elemento emerso nel corso della riunione, ovvero l’imprescindibile necessità di mettere a norma le fosse biologiche delle abitazioni. Senza tale regolarizzazione, chi gestisce il servizio idrico non potrà, per Legge, effettuare gli allacci delle utenze”.

“Apprendiamo con estremo favore queste notizie – ha commentato Andrea Mundula, Assessore cerite alla Tutela e Organizzazione del Territorio – ed auspichiamo che la sensibilità e la prontezza d’azione che sta emergendo in queste settimane da parte di Arsial, con la collaborazione anche di Acea, possano concretizzarsi al più presto in un progetto che possa risolvere i disagi vissuti dalla popolazione de I Terzi. Intanto abbiamo accolto con favore l’installazione di due serbatoi di acqua potabile di 4000 litri di capacità ognuno, uno già posizionato ed uno che lo sarà a breve, dove i cittadini potranno rifornirsi gratuitamente. Il Commissario Rosati ha già dato la propria disponibilità ad organizzare, a breve, un nuovo incontro specifico riguardante l’acquedotto Arsial de I Terzi, in cui senz’altro sarà coinvolta anche la cittadinanza”.