“Gente Comune in Movimento”: Tidei? No grazie.

600

“Tidei? No grazie. Civitavecchia in questo turno di ballottaggio ha l’occasione più unica che rara di liberarsi finalmente dai ceppi di una occupazione politica durata 20 anni. Al ballottaggio, pertanto, non voteremo nè faremo votare Tidei. Una scelta che nemmeno potrebbe dirsi frettolosa, dato che il bilancio delle passate gestioni Tidei parla chiaro. Tradimento del programma elettorale, fallimento totale nella gestione della cosa pubblica, immobilismo nell’avanzamento delle opere pubbliche (Mercato in primis), assenza di una guida programmatica in tema di ambiente, sviluppo, occupazione e crescita, disastro nell’ambito del decoro urbano e molto altro ancora. Cosa si vuole di più per votarli contro? Insomma, Civitavecchia l’8 giugno avrà l’opportunità di cacciare finalmente dal suo territorio chi l’ha distrutta, (compresi gli attuali nuovi partner provenienti da schieramenti di centrodestra), attraverso politiche miopi e senza alcuna logica. Noi che siamo stati e sempre saremo dalla parte della gente comune e delle famiglie, sentiamo che l’aria di cambiamento è in circolo e per questo motivo condividiamo l’appello e l’invito già rivolto all’elettorato di centrosinistra da Mauro Guerrini e dai compagni di Sel di non votare Tidei al ballottaggio. Noi di Gente Comune In Movimento di certo non lo faremo, non ci asterremo e non andremo al mare. Non consegneremo di nuovo la città a chi l’ha ingannata per anni ed anni. Saremo decisi fino in fondo questa volta per dare nuovo slancio all’azione politica e per riaffermare il principio secondo cui questa città, nel 2014, merita finalmente la sua libertà.”

Il coordinamento di Gente Comune In Movimento.