“Un po’ di chiarimenti sulla metanizzazione di Valcanneto”

0
220

CERVETERI – Il Comitato di Zona Valcanneto Poggio Aurelio a seguito di notizie apparse sulla stampa, per fare chiarezza, ritiene utile precisare la propria posizione.
Sulla Metanizzazione di Valcanneto abbiamo fatto due assemblee informative libere a tutti i cittadini – alle assemblee hanno partecipato Sindaco, Assessore competente (allora Andrea Mundula), altri esponenti comunali e dei responsabili Italgas che hanno risposto a tutte le domande fatte dai cittadini.
Nell’ultima assemblea del 17-3-2016 il Sindaco Pascucci ha affermato che il fine lavori previsto entro il 31/12/2015, non era più rispettabile in quanto Italgas dovrà purtroppo sostituire circa 3000 metri di tubi per cui il fine lavori slitterà a luglio 2016.
Per compensare la penale che l’Italgas poteva essere soggetta a pagare per mancato rispetto dei termini di consegna, tutte le strade più larghe che secondo il contratto dovevano essere asfaltate solo a metà, saranno invece asfaltate per intero.
A seguito di altri incontri con Sindaco Assessori e responsabili Italgas, il Comitato ha fatto presente che l’alto costo dell’allaccio 675 Euro+Iva avrebbe costituito un grosso ostacolo e probabilmente le adesioni dei cittadini sarebbero state molto limitate. Abbiamo quindi richiesto che venisse preso in considerazione l’abbattimento del costo di allaccio visto che comunque i disagi del ritardo e delle strade piene di buche le subivano i cittadini di Valcanneto.

Negli ultimi incontri con il vice sindaco Zito abbiamo evidenziato che la lettera con cui Italgas propone una campagna promozionale per PDR (punto di riferimento) al costo di 350 Euro+Iva invece dei 675+Iva generava qualche importante perplessità particolarmente su due punti.

1) Abbiamo chiesto di modificare l’allegato Italgas da firmare per l’accettazione, perché, da come scritto sembra che l’utente si impegni non solo per l’allaccio fino al contatore ma anche per la fornitura del Gas che molti cittadini si riservano di effettuare quando e se lo riterranno opportuno.

1) abbiamo chiesto assicurazioni che la zona non in Gas, che interessa diverse vie, dove si dovrà sostituire la tubazione non a norma, venga sistemata in tempi molto brevi e che ai cittadini interessati deve essere accordato il medesimo trattamento economico che oggi viene riservato alla zona pronta per il Gas.

Questi dubbi sono stati riconosciuti e risolti dal comune con il comunicato stampa avente per oggetto: “Valcanneto: l’allaccio al metano costerà la metà”
A seguito di queste assicurazioni e ritenendo come Comitato di Zona nostro compito quello di agevolare i cittadini sia per chiarimenti, sia per evitare di recarsi appositamente a Cerveteri, abbiamo dato la nostra disponibilità a raccogliere le adesioni e recapitarle poi al Comune.
Preme precisare che il Comitato di Zona non dà indicazioni sulle ditte per l’effettuazione dei lavori e che il cittadino può rivolgersi a qualunque società di libero mercato autorizzata. Non agevoliamo quindi nessuno anzi la libera concorrenza è totale per tutti i possibili fornitori.
Per quanto riguarda i locali messi a disposizione dal Comune per le adesioni si deve precisare che i locali sono stati acquisiti di recente dal Comune e che da diversi anni erano oggetto di confronto con il Comune a cui abbiamo fatto precise richieste cioé quel locale deve essere utilizzato per:

1) Rimessa in funzione della delegazione comunale – (tolta come servizio ai cittadini che ad oggi sono costretti a recarsi a Cerveteri per ogni esigenza);
2) Ufficio per la Polizia Locale;
3) la rimanente area da usare come locale polivalente per le associazioni del territorio senza fini di lucro.

Al momento il locale è provvisoriamente in uso al CdZ che continuerà a battersi per gli scopi sopra specificati.

Antonio Multari – Presidente Comitato di Zona Valcanneto

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY