“Tuteliamo i nostri animali, vietiamo i botti a fine anno”

0
308

CIVITAVECCHIA – Egregio Sig. Sindaco Cozzolino,
Nel giorno del suo insediamento Lei ricordò le parole del Mahatma Gandhi sugli animali, affermando che la grandezza e il progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui questi esseri vengono trattati.
Speranzosi nel sentire queste parole speravamo in un nuovo modo di affrontare i problemi legati agli animali e all’ambiente circostante. Credevamo che un nuovo vento soffiasse su Civitavecchia e proprio per questo incontrammo i responsabili della nuova Amministrazione proponendo, come peraltro con le precedenti, soluzioni per i problemi cittadini, vedi canile comunale a costo quasi zero (in virtù del contributo del tutto disinteressato di alcuni imprenditori amanti dei cani), dog park cittadini (sfruttando spazi ed aree attualmente non gestite), segnalando azioni da intraprendere per un serio cambio di passo per avvicinarci alla civiltà sopra menzionata.
Purtroppo dall’11 giugno del 2014 la macchina è ancora ferma e non esiste il minimo accenno per fare qualcosa a tutela degli animali presenti in città.
Egregio Signor Sindaco, come ogni anno e questa volta con grande anticipo Le chiediamo il divieto dei botti di fine anno. Questa malsana abitudine causa la morte di migliaia di animali, aumenta il livello di polveri sottili nell’atmosfera, innalza l’inquinamento acustico ed è pericolosa per le persone.

Con l’occasione Le riproponiamo quanto già verbalmente ed epistolarmente richiesto all’Amministrazione Comunale:

• Realizzazione di un Protocollo di Intervento per casi di urgenza.
• Apertura quotidiana di un Ufficio per la Tutela e Difesa degli Animali.
• Vietare lo sfruttamento degli animali con il divieto di accattonaggio con cuccioli di cani o gatti.
• Delimitare tratti di spiaggia destinati a turisti con animali al seguito.
• Vietare la macellazione al di fuori dei macelli autorizzati.
• Rispetto dell’accordo tra A.N.C.I. e federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente del 27 giugno 2012.

Giovanni Olimpieri

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY