“Schiavi…di chi?”

0
389

All’alba del nuovo millennio è sorta “una nuova stella della politica nostrana”.

Per carità non me ne voglia il giovane e voglioso schiavi, di chi?

Mi verrebbe da rispondergli alla “Storace” che noi dell’UDC consideriamo Il Governatore del Lazio come il nostro “principale alleato” e non il nostro “principale”.

Per cui se mi posso permettere, umilmente, un consiglio a cotanta farneticante tracotanza di giovinotto di giornata è: di accendere il cervello prima di parlare e poi prima di scrivere impari ha leggere ed in fine se vuole parlare di politica vada prima a ripetizione dal suo Presidente On. Fini,

che gli spiegherà:

Alleanza Nazionale nei giorni scorsi ha festeggiato i dieci anni di nascita, tanta strada, hanno fatto quegli uomini e quelle donne “figli” del M.S.I. (per rimanere all’ultimo cinquantennio), arrivando al Governo della Nazione e delle Città;

Che purtroppo (come in qualsiasi collettività) qualcuno è rimasto un po’ indietro, in quanto pare, avvezzo a somministrare ancora “olio di ricino” a chi non la pensa come Lui o peggio ancora minaccia epurazioni e speriamo non arrivi alle deportazioni.

Il “giovine” non è al governo di nulla ed aspira soltanto ad avere un po’ di visibilità vomitando ingiurie gratuite? Mi dispiacerebbe e mi indignerebbe sapere che i mezzi usati per scrivere tutte quelle idiozie (Fax, computer, ecc.) sono di proprietà del Comune di Civitavecchia.

Mi voglio augurare che non sia pure stipendiato dal Comune di Civitavecchia e che non abbia usato le ore di lavoro al Comune, in quanto, se così fosse, deve anche imparare a rispettare i cittadini di Civitavecchia che pagano le tasse e lo mantengono in attesa della costruzione del suo futuro non più da portaborse ma forse da riferimento politico ed allora ne riparleremo.

Mi auguro che il Governatore Storace, riconosciuto come persona intelligente e politico avveduto, nonché oculato amministratore comprenda bene che questo proconsole locale contribuisce solo allo “sfascio” e sicuramente non opera per ristabilire unità di intenti all’interno della Casa della libertà.

Con questo considero concluso anche per il futuro ogni forma di interlocuzione pubblica con Sig. Schiavi, se mi telefona gli fisserò un appuntamento e sarò ben felice di offrirgli un caffè.

Claudio Paesani – Presidente UDC Civitavecchia

NO COMMENTS