Manlio Luciani: “Il nuovo Piano dei trasporti non risolverà il problema del traffico”

0
312

848Ho appreso che il tanto contestato “Piano di ristrutturazione” del Servizio Trasporti Urbani è stato approvato in Commissione senza aver riascoltato gli Utenti come era stato loro promesso. Purtroppo, a nulla sono valse le oltre mille firme di cittadini che lo hanno giudicato inadatto a rilanciare seriamente un settore colpevolmente trascurato. Come sempre saremo noi dannati Utenti a verificare sulla nostra pelle se sarà un progresso nei servizi erogati o se farà più danni di quanti ne dovrebbe finalmente sanare.

Dato che l’ultima parola spetta al Consiglio Comunale, oltre a fare appello ai Consiglieri a rendersi conto che Civitavecchia soffre d’inquinamento da traffico al pari di grandi metropoli e che il Piano licenziato non aiuterà a risolverlo, mi permetto di rammentare loro alcune ragioni (salvo modifiche che non conosco): diminuiranno le linee. Oggi sono 8 la mattina e 7 il pomeriggio, dopo saranno sempre 7; i tempi di percorrenza non saranno di 20/25 minuti come sbandierato. Infatti, la durata delle corse sarà di 40 minuti per le linee n. 5/6 e 7 sia nelle ore di basso traffico che in quelle di punta. Per le linee 1/2/3 e 4 si andrà dai 40 ai 60 minuti; alcuni capolinea sono stati spostati su Via Isonzo stravolgendo le esigenze di collegamento (dalle periferie al centro e non viceversa).

I cittadini di Campo dell’Oro potranno andare all’Ospedale solo in alcuni orari e dovranno usare due bus, infatti la linea 7 include la meta solo in andata. Saranno penalizzate le zone di bassa utenza e si prospetta un poco realistico servizio a chiamata diretta dal costo di ? 2 (figurarsi se sono in grado di gestirlo basti pensare che il settore a volte non è capace di affiggere puntualmente gli avvisi di interruzione di corse né di far sistemare le fermate). Si delinea l’obiettivo di abbandonare certe zone per concentrare l’offerta di trasporto su quelle più frequentate. Non emerge alcun volontà di incrementare l’uso dei bus per ridurre l’inquinamento.

Riguardo al bus navetta si dice che serve per evitare ingorghi stradali nella zona del mercato facendo finta di non vedere la realtà. Tutti i giorni è un caos di traffico intorno P.za Regina Margherita con la navetta scarsamente utilizzata perché si consente alle auto di arrivare fin sopra gli alberi. Non esiste, infatti, una vasta ZTL sotto la trincea ferroviaria; I servizi aggiuntivi (porto/stazione, città/Fiumicino, trasporto dipendenti aziende ecc.) sono tutti da concretizzare e, comunque, non incidono sul miglioramento del Trasporto Urbano vero e proprio; Il biglietto a tempo continua ad essere un sogno visto che, ad oggi, non esistono macchinette obliteratrici come manca, da tempo, il servizio controlleria; Le linee rimangono tutte circolari anziché dirette; ed inoltre non è stato fatto nulla per sistemare le fermate. Con il maltempo i disagi aumentano visto che spesso mancano le pensiline.

In sintesi, quindi, il Piano è inefficace perché si limita a gestire l’esistente visto che poggia sull’utilizzo di solo sette autobus e non adotta alcuno strumento volto a scoraggiare l’uso dell’automobile. Esso è solo propedeutico alla privatizzazione del settore.

Manlio Luciani

NO COMMENTS