“La difesa della vita ha il suo fulcro nell’accoglienza di chi è stato generato”

0
262

CIVITAVECCHIA – Domenica 3 febbraio, in tutta Italia ed anche nella nostra città, si è celebrata la 41 ^ giornata per la Vita, che costituisce un’occasione di riflessione sulle sfide portate al primo e fondamentale tra i diritti dell’uomo, quello alla vita.

E’ stata anche l’occasione per parlare al cuore delle madri e delle famiglie che si sentono sole e prive di mezzi di fronte ad una nuova vita che è stata concepita. Il Movimento per la vita vuole offrire un aiuto concreto, basato sull’ascolto e sul sostegno concreto, un’accoglienza capace di infondere coraggio e speranza. In questi 37 anni che siamo presenti a Civitavecchia, abbiamo avuto la fortuna di regalare la serenità e la gioia a tante famiglie e a tante madri che hanno potuto stringere tra le braccia i loro meravigliosi bambini. Tanti a Civitavecchia: 130 bambini nati in questi anni, centinaia e centinaia di famiglie aiutate con la sola forza del volontariato. Purtroppo dobbiamo anche ricordare che, nel nostro territorio, ben 7000 di questi bambini concepiti non sono stati accolti, bambini che oggi rappresenterebbero il futuro e la speranza anche per la nostra città, nella quale la popolazione è in continuo calo, ed i decessi superano le nascite (es: 2016 i nati sono stati soltanto 420 mentre i decessi 590).

In questa giornata, il Papa stesso ha voluto incontrare i rappresentanti del Movimento nazionale per la vita, rivolgendo loro questo appello:

“Cari ragazze e ragazze, la difesa della vita ha il suo fulcro nell’accoglienza di chi è stato generato ed è ancora custodito nel grembo materno, avvolto nel seno della madre come in un amoroso abbraccio che li unisce. Cari giovani, voi siete una risorsa per il Movimento per la Vita, per la Chiesa e per la società, ed è bello che dedichiate tempo ed energie per la protezione della vita e il sostegno dei più indifesi. Questo vi rende più forti e come un volano di rinnovamento anche per chi ha più anni di voi… Nella vostra azione culturale avete testimoniato con franchezza che quanti sono concepiti sono figli di tutta la società, e la loro uccisione in numero enorme, con l’avallo degli Stati, costituisce un grave problema che mina alle basi la costruzione della giustizia, compromettendo la corretta soluzione di ogni altra questione umana e sociale. Prendersi cura della vita esige che lo si faccia durante tutta la vita e fino alla fine. Ed esige anche che si ponga attenzione alle condizioni di vita: la salute, l’educazione, le opportunità lavorative, e così via; insomma, tutto ciò che permette a una persona di vivere in modo dignitoso”.

E allora anche noi diciamo molto semplicemente, a te madre, a te padre che vorresti tenere quel figlio ed incrociare un giorno il suo sguardo, prima di rinunciare ad una parte di te, recati con fiducia presso la nostra associazione, o chiama il numero verde SOS VITA per un consiglio. Riceverai ascolto e consigli, aiuto concreto e solidarietà, indirizzi e telefoni, senza interesse alcuno se non quello del rispetto della persona e della vita umana nascente, e soprattutto del tuo diritto ad essere madre o padre, senza cancellare un figlio che già c’è: chiamata gratuita – SOS VITA 800.813.000

Ai cittadini chiediamo di aiutarci concretamente, con generi per neonati, latte omogeneizzati, pannolini ecc. vestiario nuovo, portandoli mercoledì e venerdì dalle 16 alle 17, nella nostra sede di via San Francesco di Paola 1 – città (chiesetta angolo via Baccelli con Via Benci e Gatti).

 

Fausto De MartisPresidente Movimento per la Vita

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY