“Er nemico maledetto”

0
277

CIVITAVECCHIA – Un nuovo sonetto da Pasquino dell’Ottimo Consiglio. Il titolo di questo nuovo componimento è “Er nemico maledetto”

Armato de cappello e de catana
Come se annasse a fa’ ‘na penitenza,
Speranno ne la sua munificenza
E’ annato der nemico ne la tana.

“Co loro nun ce parlo” aveva detto
Quanno s’è presentato all’elezzioni,
Ma se sa, er cambiamento d’opinioni
E’ facile ‘na vorta che sei eletto.

Poi di fronte ar nemico maledetto
S’è messo cor cappello ne la mano
A chiede quarche sordo, poveretto.

E mostrannojje puro er deretano
Lo scongiurò p’avé quarche spiccetto.
Poi s’inchinò facenno er baciamano.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY