“Eppure il ricordo di Dino rimane vivo”

0
246

CIVITAVECCHIA – Ci sono dei vuoti che sono destinati a non riempirsi mai più.
Come quello lasciato dal caro Dino Marrani.
Perchè Dino non era soltanto un caro amico, un bravo compagno, un brillante e generoso professionista.
Dino era un figlio vero della parte più vera di questa città, di quella comunità vivace, intelligente, ricca di un tessuto sociale, familiare, culturale, che rappresentava la forza di Civitavecchia.
Ironico, serio, divertente, determinato: probabilmente ognuno di quanti lo hanno conosciuto e gli hanno voluto bene, avrà un suo aneddoto da raccontare, perchè non era un tipo che passava inosservato, Dino.
Molte cose sono successe da quando una notte d’estate crudele e ingiusta lo ha portato via, strappandolo ai suoi affetti, al suo mondo, lasciandoci dapprima increduli, quasi stupiti, poi sconvolti.
In venti anni è cambiata la storia, è cambiato il mondo, sembra che una valanga abbia travolto tutto e tutti dissolvendo e cancellando la memoria storica, specie nelle sue parti migliori.
Eppure il ricordo di Dino rimane vivo, affiorando nella mente, ancora oggi, domande del tipo “chissà cosa avrebbe pensato” “come avrebbe interpretato” “cosa avrebbe detto”: non necessariamente per uniformità di pensiero, ma per quella profondità, quel garbo nell’approccio al confronto, che è davvero diventata fatto raro.
Sono contenta di aver conosciuto Dino e credo anche che Civitavecchia dovrebbe fare uno sforzo maggiore per ricordare il valore dei suoi figli alle nuove generazioni, perchè è dalle solide radici che nascono i frutti migliori.
Hasta siempre, Dino.

Lucia Bartolini

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY