“Un impianto per la città: così faremo rinascere il Fattori”

0
520

CIVITAVECCHIA – Tira aria di soddisfazione in casa della Compagnia Portuale, dopo l’affidamento in gestione della stadio “Fattori”.

Questi sono giorni emozionanti per noi – ha esordito in conferenza stampa questa mattina il presidente della CPC Sergio Presutti – e sono molto soddisfatto che il nostro progetto sia stato apprezzato dal Comune. Ci aspettano anni di duro lavoro, ma quello della rinascita dello stadio più grande di Civitavecchia è un impegno che intendiamo prendere con l’intera città, per creare un sito che sia un punto di riferimento aperto a tutti”. Il presidente ha ringraziato l’ex calciatore Manuele Blasi per l’umiltà con cui si è messo a disposizione della CPC, un’umiltà che “gli fa onore”, prima di dirsi ancora soddisfatto del traguardo raggiunto: “Grazie al lavoro del direttore generale Patrizio Presutti abbiamo raggiunto oltre 300 tesserati, questo polo sportivo per noi è tanto una necessità quanto un traguardo”.

Successivamente è stata la volta del presidente onorario Enrico Luciani: “CPC vuol dire attaccamento ai valori, è stata la passione a portarci fino a questo traguardo partendo dai tornei amatoriali. Il nostro è un calcio che mira ad unire i ragazzi, a farli divertire, a dar loro un futuro. Siamo una famiglia: qui prima si pensa agli altri, poi al profitto personale”. Più polemico è stato invece nei confronti della città: “Abbiamo salvato il Fattori, risparmiandoci l’ennesimo scempio speculativo a cui questa città è ormai abituata. Che sia chiaro che la Compagnia Portuale è un’altra cosa da tutto ciò, l’impianto che andremo a creare sarà un vanto per la città, un tempio dello sport e dei valori in cui crediamo”.

Molto polemico anche il vicepresidente Patrizio Scilipoti: “Questo polo sportivo è aperto a tutte le società di Civitavecchia che non hanno un impianto, perché noi crediamo fermamente nella collaborazione. In questo senso ci tengo a ringraziare la vice sindaco Daniela Lucernoni, che, oltre le bandiere, ha ascoltato il nostro progetto. Ribadisco però che in questa città manca unità, collaborazione”. “Riguardo al futuro – ha svelato poi Scilipoti – cercheremo fondi da Governo e Regione, perché questo è un progetto da fare insieme”.

La parte dei corposi ringraziamenti è stata affidata a Patrizio Presutti, direttore generale della CPC: “Ringrazio chi c’è stato dall’inizio, la Compagnia tutta per il lavoro e Gino De Paolis, ma ringrazio anche chi non ha creduto in noi, in quanto così facendo ci hanno solo che motivato ad andare avanti. Un pensiero speciale va a Osvaldo di Camillo ed Emiliano Scisciani, due persone che hanno dato tanto a questa società e che purtroppo non ci sono più”.

Chiusura affidata ad un nuovo intervento di Enrico Luciani che ha illustrato gli step con cui si intenderà procedere per la rinascita del “Fattori”: “La priorità sarà ovviamente la ristrutturazione del campo, che puntiamo a recuperare per luglio, poi sarà la volta degli spogliatoi e di tutto il resto. Intendiamo anche costruire un campo da calcio a 5, uno da calcio a 7 ed una zona ludica verso il mare, per poi attivare anche dei campus estivi, così da mettere l’impianto a disposizione della città. Se si riuscisse anche a recuperare la pista intorno al campo, adibendola per gli allenamenti dei ciclisti sarebbe davvero bello. Quello che chiedo ora, per proseguire – ha chiuso poi Luciani – è uno sponsor di caratura nazionale, che potrebbe darci davvero una grossa mano”.

 

Patrizio Ruviglioni

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY