Stratosferica Isabella Papa, 5.000m da record

0
248

CIVITAVECCHIA – Strepitosa Isabella Papa: in otto giorni imprime un deciso cambio di ritmo alla sua carriera agonistica ed apre un nuovo capitolo nella storia della Società d’atletica civitavecchiese.
Appena domenica scorsa, la portacolori della Tirreno, a Casalmaggiore in provincia di Cremona, ha corso un 5000m in solitaria, abbattendo il personale di ben 1’15” stabilendo inoltre con 16’12”89 il record societario e cittadino, piazzandosi in testa alla graduatoria nazionale cat. Promesse, cacciando indietro la seconda di ben 35 secondi, ma soprattutto insediandosi al 6° posto di quella Assoluta in compagnia dei colossi delle squadre militari.
Raggiante dopo l’arrivo, Isabella si gode il momento: “Con Claudio abbiamo cercato questa gara, perché i riscontri in allenamento mi davano in grande condizione, e il risultato è arrivato. Gli organizzatori hanno inserito la gara nel programma della manifestazione e il pubblico sulla tribuna ha fatto il resto sostenendomi in tutti i passaggi sul rettilineo d’arrivo, esortati dallo speaker che scandiva i passaggi.”
Claudio Ubaldi aggiunge: “Un risultato cronometrico di grandissimo valore, che catapulta Isabella in una dimensione nuova. Una prestazione figlia sicuramente di una crescita costante di condizione che l’ha portata a demolire tutti i propri personal best nel breve volgere di quattro mesi.”
Non c’è nemmeno il tempo di assaporare il risultato che, Domenica 18 Isabella ha calcato nuovamente le terre lombarde per l’esordio in maglia azzurra sulla 10km nella sfida Italia-Francia, concludendo la gara in seconda posizione Assoluta dietro la francese Gandar e quindi prima delle Italiane con il tempo di 34’28”.
Una gara di altissima intensità agonistica, corsa sotto una pioggia battente dall’inizio alla fine. Un secondo posto prestigioso che trascina la squadra al successo contro le pari età d’oltralpe.
“Mi sembra di vivere in un sogno, ho inseguito a lungo questa maglia, ero emozionata ma carica al punto giusto. Vestire questa maglia è una grande responsabilità ma credo di averla onorata nel modo migliore”. A conferma delle sue sensazioni giungono i complimenti del guru della maratona professor Lucio Gigliotti, in questo caso tecnico accompagnatore della squadra azzurra, che accentua la positività della prova con un forte abbraccio alla nostra Isa.

Patrizia Rotolo

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY