“Rientro in pista” per la Tirreno Atletica con una esplosiva Isabella Papa

0
367

CIVITAVECCHIA – Energia positiva quella che si è respirata domenica sulla pista cittadina del “Moretti-Della Marta”: la quarta manifestazione organizzata dalla Società di casa ha riscosso il consueto consenso di pubblico e una buona partecipazione delle Società laziali sebben in concomitanza con numerose manifestazioni regionali e a carattere nazionale.
Le gare riservate alle categorie giovanili sono state il banco di prova per i nuovi arrivi. Nel salto in lungo Luca Luciani mette la sua prima misura ad un valido 3,40m e Luca Cirillo a 2,08m; quest’ultimo si cimenta poi nei 600m e in 2’31”7 dimostra la grinta necessaria per intraprendere “la regina degli sport”.
I giovanissimi “veterani” della Tirreno non mancano di dare emozioni, ad iniziare dalle Esordienti C (2008-2009): 60m per Viola Riccetti in 12”5; Elena Dolci in 12”9 e Letizia Di Gruso in 13”7; prima posizione al maschile per Daniele Vitali in 12”6. Primo a tagliare il traguardo per gli Esordienti A, Mirko Di Rocco in 10”3 mentre gli Esordienti B (2006-2007) combattono sul filo dei centimetri fino alla vittoria di Simone Galeani in 9”6 su Matteo Bonamano in 9”8. Per la cat. Ragazzi (2002-2003) Caterina Riccetti e Andrea Usai si aggiudicano la prima posizione: 8”8 per lei e 8”6 per lui; 9”2 è il tempo per l’argento di Luca Sartorelli mentre il bronzo di Riccardo Vitali vale 9”4. Per i cadetti (2001) la velocità si estende agli 80m; gara vinta dal tarquiniese Matteo Perugini in 9”3 seguito dall’esponente della S.S. Lazio, bronzo per Filippo Masoni in 11 netti, quarta posizione per Luca Di Gruso in 11”8 e in quinta piazza troviamo in 12”5 Francesco Dandolo.
600metri per Leonardo Dolci (2007) che vince la gara in 2’05”9 migliorando di 4” il tempo di appena sette giorni fa; per i ragazzi 2002, gara tirata al massimo per Enrico Dandolo che va a vincere in 1’57”4, argento e personal best per Riccardo Vitali in 2’13”6. Per i salti, Caterina Riccetti si avvicina al personale ma per oggi decide di rimanere alla misura di 1,20; la pedana del lungo invece è la più gremita: nella categoria esordienti B (2006-2007) il miglior salto è di Matteo Bonamano con la misura di 3,80m; una spanna dietro con 3,48m Simone Galeani. Leonardo Dolci si piazza sul terzo gradino del podio con 3,18m e 4° Luca Cirillo; negli esordienti A (2005) si aggiudica la gara Luca Luciani con la misura di 3,40m seguito da Mirko di Rocco con 2,98m e da Lorenzo Di Gruso con 2,83m. Per i Ragazzi (2002) il salto che vale oro è di Andrea Usai con la misura di 4,19m; argento per Enrico Dandolo con 3,88m e 3,85m il bronzo di Luca Sartorelli. Fra i Cadetti (2001) miglior prestazione personale per Filippo Masoni al gradino più alto con un salto di 4,63m; giusta rincorsa e spinta a dovere portano al PB anche l’argento Luca Di Gruso con la misura di 4,36m mentre il bronzo se lo aggiudica Francesco Dandolo con 3,49m.
La seconda parte della giornata è riservata alle categorie assolute. I 400m sono una prova allettante e una partecipazione variegata ha infervorato gli spalti: vittoria incontrastata per l’Allievo Marco Zeroli, una prima sublime “sul giro che uccide” concluso in 53”8; dopo di lui l’esponente viterbese, poi bronzo per Marcello Savina che si attesta sui suoi tempi in 56”9; quarta posizione e PB per Valerio Stefanini in 58”5. L’esperto del giro di pista Marcello Befani M45 in 1’00”8 sostiene la prima prova sui 400m del “prismatico” atleta M40 Massimo Dolci che chiude con il crono di 1’04”3.
2000m femminili al via con quattro partecipanti e con quattro storie diverse accomunate dal desiderio di dare il meglio. Isabella Papa (nella foto sul podio), dopo aver inanellato una stagione preziosa, aggiunge una nuova gemma con la migliore prestazione italiana 2015 sia per la cat. Promesse sia per la categoria Assolute, con il tempo di 6’08”6 che costituisce anche il nuovo record societario; dietro di lei giunge Silvia Nasso in 7’38”6, reduce la mattina dalla corsa podistica “run for Biodiversity” di Maccarese di 10km chiusa al 2° posto; Giulia Piaggio, atleta determinata e volitiva conclude in 8’23” e Giovanna Governatori preparata podista, saggia l’emozione del manto rosso e giunge al traguardo in 8’45”4.
Al maschile, vittoria e gradino più alto del podio per Davide Galeani in 6’16”4 al PB in una gara corsa in solitaria per tutti e 5 i giri previsti, un’ottima prova in previsione di distanze a lui più congeniali; secondo posto per Felice Tofi M40 in 6’36”6 e bronzo per Claudio Furlan M55 in 6’54”, tesserato Di Marcosport ma ben più noto come Capitano degli “Aironi Tolfa”. In quarta posizione troviamo Antonio Galeani M50 in 7’02”; Valerio Guida (anche lui reduce dalla 10km mattutina) in 7’02”2, lo junior Matteo Marino 7’03”7, Giuseppe Germani M45 in 7’09”4 e chiude Massimiliano Piras M40 in 7’21”1.
Emiliano Catullo continua la personale striscia positiva “on the road” cogliendo uno splendido secondo posto a Monterotondo nella “maratonina di San Michele”, dopo aver battagliato a lungo, sui durissimi saliscendi disseminati sui 7,5 km del percorso, con il vicecampione europeo di triathlon Alessio Fioravanti al quale è costretto a cedere per soli 16 secondi il gradino più alto del podio.

Patrizia Rotolo

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY