Pari beffa per la Cpc con il Lepanto

0
171

CIVITAVECCHIA – Inizia con un pareggio il girone di ritorno della CPC2005 che, dopo una gara condotta a lungo, grazie al calcio di rigore trasformato da Loiseaux al 5?, si fa riacciuffare nei minuti di recupero dal Lepanto.
L’inserimento di Blasi da compattezza nella zona nevralgica del campo, con la squadra che regge l’urto dei padroni di casa grazie al sacrificio di tutti, salvo poi subire per stanchezza e deconcentrazione la beffa in piena zona Cesarini.
La cronaca. Dopo soli cinque minuti la CPC2005 passa in vantaggio: Loiseaux servito in area si libera e a tu per tu con Brugnettini viene atterrato da Marongiu; Ciarnello non ha dubbi e decreta la massima punizione che lo stesso Loiseaux realizza. Il Lepanto aggredisce la Roja alla ricerca del pareggio ma ne nascono nel contesto solo palle servite nella zona gelata del terreno di gioco, con i cross di Barbaria che si spengono spesso a fondo campo. Due soli azioni pericolose da ricordare: la prima al 10? ad opera di Capolei, che ha la palla del pareggio ma la sfera che si infrange sulla traversa; la seconda cinque minuti dopo ma Petrangeli non impensierisce Chessa, che riesce a deviare la sfera sul fondo. La partita si addormenta in mezzo al campo con il Lepanto che non punge e la CPC2005 che gestisce il vantaggio fino al riposo, con l’unico sussulto intorno al 37? quando sugli sviluppi di un calcio di punizione ancora Loiseaux va al tiro, ma l’estremo difensore Brugnettini è lesto a deviare in angolo.
La seconda frazione si racchiude negli ultimi cinque minuti, con una CPC2005 stanca che offre il fianco fin troppo agli avversari e che forse ingenuamente fa battere loro in completa tranquillità un corner sul quale Verdini dal limite dell’area piccola anticipa tutti e insacca di testa, per il definitivo 1-1.
Il Centrocampista Manuele Blasi a fine gara: “Alla fine, visto come si era messa la gara, parliamo di un pareggio che ci va stretto. Il calcio è anche questo, sono venuto qui per raggiungere la salvezza e con i miei compagni e faremo di tutto per ottenerla. Da martedì penseremo al prossimo avversario.”

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY