Mattia Camboni alle Olimpiadi di Rio

0
733

CIVITAVECCHIA – “Il Consiglio Federale riunito oggi a Genova, presso la sede della Federazione Italiana Vela, ha ufficializzato con propria delibera la proposta della Direzione Tecnica per la presentazione al CONI di un altro atleta azzurro che potrà far parte della Spedizione Olimpica a Rio 2016, una volta approvato dal Comitato Olimpico Nazionale. L’individuazione riguarda la disciplina della tavola a vela maschile RS:X e l’atleta confermato dalla FIV è Mattia Camboni, ratifica che giunge a conferma del livello raggiunto e consolidato dal giovane azzurro seguito dal Tecnico Riccardo Belli dell’Isca”. Così la Federeazione Italiana Vela ha ufficialmente annunciato la notizia della convocazione del giovane talento civitavecchiese per la prossima rassegna olimpica. Notizia da molti attesa in quanto ormai nell’aria da diverso tempo. Le possibilità di una partecipazione alle Olimpiadi di Rio da parte di Camboni si era infatti sempre più concretizzata dopo i grandiosi risultati conseguiti dall’atleta della Lega Navale negli ultimi anni sulla tavola a vela: un titolo Mondiale Youth e due vittorie nella classifica Under 21 del Mondiale assoluto, oltre al Miglior Under 21, per il secondo anno consecutivo, al Campionato del Mondo della tavola a vela RS:X (17mo nella classifica assoluta).
Enorme la felicità per Mattia e in tutta la Lega Navale, con la stessa Amministrazione comunale che ha voluto complimentarsi con Camboni per questo straordinario risultato. “Avere dei ragazzi provenienti dalla nostra città che rappresentano l’eccellenza sportiva nel mondo non può che rendere tutti i cittadini orgogliosi – affermano il sindaco Cozzolino e l’assessore allo sport Daniela Lucernoni – Civitavecchia ha un grande patrimonio sportivo e risultati come questo premiano anni e anni di duri sacrifici e infiniti allenamenti per il raggiungimento di un sogno ed un obiettivo di ragazzi che mettono il cuore in quello che fanno. A Camboni il nostro più sentito in bocca al lupo per questa fantastica esperienza”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY