Manuel Parla: a lui la difesa!

0
178

CIVITAVECCHIA – Una conferma strategica in casa Cpc quello di Manuel Parla, pedina insostituibile in vista del prossimo campionato di Eccellenza. L’energico difensore portuale (classe ’81) oltre alle doti innate da ultimo baluardo difensivo, che lo rende quasi unico nel modo di difendere e offendere allo stesso tempo, ha dalla sua anche la capacità di dare un considerevole apporto all’armonia dello spogliatoio: aspetto determinante nella passata stagione. A lui in vista della nuova stagione chiediamo qualche particolare in più a pochissime ore dall’inizio stagionale.

Mercato societario rivolto soprattutto agli under con il solo Ponzio come “Grande”. Secondo te sarà sufficiente per una salvezza tranquilla?

“Dei nuovi arrivati conosco soltanto Ponzio che calcisticamente parlando è un plus ultra, essendo un giocatore di valore indiscusso. Per quanto riguarda gli under, visto la regola che ne richiede 4 in campo, penso che fosse doveroso concentrare la campagna acquisti su di loro, quindi credo sia stato fatto un buon mercato. Per quanto riguarda la salvezza penso sia prematuro rispondere, ma sicuramente vorremmo dire la nostra anche in questa categoria. Volevo anche approfittare della domanda per fare un saluto e un grande in bocca a lupo a tutti i compagni dello scorso anno”.

Nelle prime interviste li ho letti molto determinati i nuovi arrivati e pronti a contendersi una maglia da titolare. Uno stimolo in più per i veterani.

“Ovviamente sì e anzi mi auguro che non ci facciano stare mai tranquilli nel contenderci una maglia da titolare”.

Che differenza troveremo nel campionato di Eccellenza, visto che lo conosci bene ?

“Sicuramente è un campionato con più qualità a livello generale, ma la prima cosa che mi viene da pensare, forse perché sono un difensore, è che in Eccellenza tutte le squadre hanno degli ottimi giocatori nel reparto offensivo… Come noi del resto… Il tutto offrirà uno spettacolo più gradevole e delle sfide più avvincenti”.

Il 25 si inizia con la preparazione e la CPC2005 giocherà ad Allumiere le gare casalinghe, fino a quando il Fattori non sarà agibile. Ci mancherà il nostro pubblico o i “collinari” secondo te verranno a sostenerci alleviando questa mancanza?

“Spero vivamente che con i risultati ottenuti fino ad oggi siamo riusciti a suscitare maggiore interesse nelle persone, e quindi nonostante si giocherà ad Allumiere per un periodo mi auguro che ci siano più persone degli anni passati a sostenerci facendoci sentire quel calore a cui siamo abituati”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY