La cura Vincenzi fa bene alla Juniores Cpc

0
121

CIVITAVECCHIA – La cura Vincenzi si fa subito sentire nella Cpc Juniores che in trasferta blocca la capolista Fiumicino sullo 0-0 al termine di un’ottima prestazione soprattutto sotto il profilo della grinta e della determinazione nonostante le numerose assenze.
E’ chiaramente spiccata, seppur con poche sedute di allenamento e la forte emergenza a centrocampo, l’impronta del mister e la voglia di sacrificio dei ragazzi che, iniziata la nuova era, si sono messi a disposizione lottando su ogni pallone come fosse l’ultimo della gara. Ne è scaturita una partita prevalentemente giocata a centrocampo, con poche azioni pericolose da entrambe le parti.
Cronaca. La prima frazione vede una Compagnia Portuale corta e con la difesa alta, capace di arginare sul nascere molte manovre offensive per poi ripartire nella metà campo avversaria. Le prime avvisaglie si vedono al 26? con un angolo a favore dei portuali e con Superchi che non arriva sul pallone in tempo per il tiro. Nove minuti più tardi sarà invece Desini a opporsi con vigore ad almeno due conclusioni nel giro di pochi secondi. La ripresa mostra un Fiumicino che spinge e fa arretrare il baricentro della CPC2005, i portuali soffrono ma concedono ben poco. Si conteranno alla fine due sole conclusioni degne di nota. Al 19? è De Felici a impensierire il portiere avversario su punizione, con la sfera che finisce alta. Tre minuti dopo è Stibel ad arrivare alla conclusione con Desini che si supera per respingere la conclusione.
Soddisfatta la società: “Una buona partita con i ragazzi che si sono sacrificati, vista l’emergenza, in maniera esemplare. Non era facile fare risultato su questo campo, vista l’ottima formazione che avevamo di fronte, ma l’approccio tecnico tattico è stato perfetto. Fa enorme piacere vedere finalmente una squadra che lotta e convince”.

Sorridono anche gli Allievi che, pur impattando per 2-2 in casa nel big match con il Grifone, approfittano della sconfitta della capolista Casalotti per riavvicinarsi alla vetta. Parte bene la CPC2005 che al 5? con Memmoli è già in vantaggio, abile a sfruttare una punizione a favore. La CPC2005 gioca a viso aperto e gestisce le trame di gioco, e prima Mottola poi Paolucci vanno vicino al raddoppio. Come avviene spesso nel calcio alla prima occasione utile gli avversari segnano: al 26? punizione di Oppari con Tarantini che respinge e Dacenzi insacca il pareggio. Pochi minuti dopo, al 30?, Catarinacci, sbaglia clamorosamente in area e Batoc ne approfitta insaccando alle spalle di Tarantini. Tre minuti dopo Memmoli sigla il pareggio ma l’arbitro inspiegabilmente annulla per fuorigioco. Nel giro di due minuti altre due chiare occasioni da rete, con Mottola e Paolucci che tirano a lato. L’arbitro perde il metro di giudizio e sul finire di primo tempo da una parte e dall’altra dispensa decisioni errate, rischiando di rovinare una partita fino ad allora impeccabile. Al 40? Lava viene falciato vistosamente in area ma l’arbitro che sorvola tra lo stupore di tutti. Finisce qui la prima frazione con una ripresa che vedrà il pareggio della CPC2005 grazie a una spettacolare rovesciata di Lanari, ma tanta, troppa insufficienza dell’arbitro nelle decisioni e soprattutto sulla valutazione dei falli da entrambe le parti.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY