La CPC2005 espugna il campo dell’Urbetevere: tre punti d’oro

0
162

CIVITAVECCHIA – Tre punti d’oro a via della Pisana per la CPC2005, che batte l’Urbetevere alla fine dei novanta minuti per 3-1. Primo tempo di chiara marca portuale che finisce però in parità, il risultato poteva essere di gran lunga più ampio a favore dei rossi della CPC2005. Ripresa dove i romani approfittano di qualche sbavatura di troppo degli uomini di Caputo ma vengono però trafitti nel loro momento migliore. Prevale la determinazione degli uomini di Caputo, su di un campo dove, per quanto visto oggi, sarà difficile per tutti.

Con le diretti concorrenti alla promozione impegnate in incontri facili, sulla carta, diventa fondamentale portare via i tre punti da via della Pisana. Caputo opta per il solito 4-2-3-1 sostituendo lo squalificato Funari con Treccarichi e Loiseaux al centro dell’attacco al posto di Metta. Il resto è la formazione che ha battuto il Santa Marinella. È una CPC2005 che parte a testa bassa; Gallo in apertura e, in sequenza, Tabarini e Loiseaux vanno al tiro in maniera pericolosa. Buzza si districa bene non correndo pericoli. Partita a velocità folli, l’Urbetevere esce in contropiede quando può, mentre la CPC2005 fa la gara. L’Urbetevere addietra troppo e la CPC2005 alla mezz’ora coglie i frutti del predominio. Ruggiero si invola nel mezzo della difesa romana e serve Gallo sulla fascia, assist perfetto per Tabarini che può solo appoggiare in rete. Portuali avanti, meritatamente. Due minuti dopo Serpieri ha sui piedi la palla del raddoppio, ma da ottima posizione tira alto. Tabarini si vede annullare un gol intorno al 40?, fuorigioco per lui. Subito dopo, inaspettatamente, la beffa per quanto si era visto fino ad allora. L’Urbetevere coglie il massimo profitto col minimo sforzo, palla persa sulla trequarti dalla CPC2005 e lancio per Virli che supera Treccarichi in velocità, tiro e palla che batte Nunziata in uscita. Uno a uno e si va negli spogliatoi.

Il gol da morale ai romani, la ripresa la iniziano con altro piglio mentre la CPC2005, fino ad allora perfetta, sembra altra cosa rispetto all’inizio. L’Urbetevere ci crede e va vicina al gol al decimo, gran tiro di Anastasio che Nunziata devia con maestria in corner. È una CPC2005 lenta nelle manovre ed è l’Urbetevere a dettare i tempi. Al ventesimo è l’ora di Serafini, esce Loiseaux. Anastasi poco dopo si divora un gol già fatto, errore di Feuli davanti a Nunziata con il numero dieci che ne approfitta. Bravo comunque Nunziata a rimanere in piedi fino alla fine. Virli si vede respingere sulla riga il tiro un minuto dopo, dall’altra parte è Bevilacqua a scaldare i guanti di Buzza sul capovolgimento di fronte. La spinta casalinga sembra finita, la CPC2005 ora attacca. Metta da fuori area poco dopo si vede respingere il tiro, da un Buzza apparso in difficoltà. Ma non basta per i tre punti. La CPC2005 corona la rincorsa intorno al 40?: fallo in area su Feuli con Di Palma che non ha dubbi: rigore. Se ne incarica Tabarini che non sbaglia. Uno a due. Il calcio è veramente strano, l’Urbetevere dopo aver sognato i tre punti crolla invece al tappeto tre minuti dopo. È Serafini a rendere il parziale più rotondo, raccogliendo la corta respinta di Buzza e depositando in rete la palla che vale il tre a uno.

Vittoria sofferta, un tempo a testa ma a prevalere di carattere e gioco è la compagine portuale.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY