La Cpc torna a respirare: espugnato Montecelio

0
154

CIVITAVECCHIA – Torna alla vittoria la CPC2005 che nel match forse più complicato della stagione tira fuori il carattere ed espugna il campo del Montecelio al termine di un incontro di autentica sofferenza.
I portuali, reduci da quattro sconfitte consecutive, si presentano sul campo tiburtino in piena emergenza con soli 17 uomini a referto, complice l’assenza dell’ultima ora di De Marco influenzato nella notte, e con una squadra imbottita di under che in lista saranno ben nove.
Cronaca. Partita di studio all’inizio vivace e pregna di scambi a centrocampo, con al 7? Cesaro che da fuori tenta la via del gol senza successo. Alla prima vera occasione passa la CPC2005: è il 12? e la sfera arriva a Franceschi che dal limite dell’area crossa al centro dove Poggi di testa insacca alle spalle di Marini. Passano solo 4 minuti e l’incubo del gol preso scende sulla CPC2005: calcio d’angolo con la sfera che arriva a Gubinelli che di testa la piazza nell’angolo basso, Chessa si supera respingendo la sfera però sui piedi di Silvestrini, lasciato colpevolmente solo dalla difesa, che di piatto insacca. Altra CPC2005 quest’oggi che tesse manovre galvanizzata da un Ruggiero in stato di grazia che in due minuti 29? e 29? fa impazzire la retroguardia romana; Marini si oppone abilmente ai tiri quasi a botta sicura. Un minuto dopo altro svarione difensivo dei portuali, dove una rimessa laterale porta Gubinelli al tiro di testa indisturbato con la sfera che si spegne sul palo. La CPC2005 spinge e dopo aver visto la sfera finire di poco a lato su punizione di Loiseaux, con Ruggiero passa in vantaggio: dribbling sulla tre quarti e il fantasista di destro insacca dal limite dell’area nell’angolo basso destro difeso da Marini. Finisce qui la prima frazione con una CPC2005 tonica e un Montecelio che sembra soffrire troppo a centrocampo.
In avvio di ripresa Elisei dopo una punizione calciata da Severini e respinta dalla difesa, respinge in spaccata la conclusione dello stesso Severini liberando l’area. Tre minuti dopo l’azione che rimarrà impressa ai presenti: Ruggiero parte in contropiede e dribbla a più riprese i difensori per arrivare al tiro dopo aver superato anche il portiere, ma la sfera viene respinta sulla riga mentre Loiseaux, libero di colpire a centro area, viene colpevolmente ignorato dal compagno di squadra. La CPC2005 retrocede troppo e in due occasioni Sganga va alla conclusione, al 27 e al 30?; nella prima circostanza la sfera si spegne sulla traversa. Il gol del pareggio arriva al 34? quando Poggi nella disperata ricerca di respingere un tiro di Severini colpisce in scivolata la sfera con la mano in piena area; sul rigore assegnato Silvestrini pareggia. La CPC2005 invece di difendere il pareggio cerca il gol vittoria; ci va vicina con Elisei al 39? dopo una buona azione corale e lo realizza in pieno recupero con Caforio. E’ il 47? quando Elisei penetra solitario in area e tenta il dribbling su Marini che lo atterra, Martinelli non ha dubbi e assegna il rigore che Caforio insacca per il gol che da la vittoria ai compagni e riporta i portuali a respirare.
Nel post gara Mister Castagnari è logicamente soddisfatto: “Era importante dopo un mese di Novembre funereo e quattro sconfitte consecutive fare risultato, e così è stato. Squadra che ha ben interpretato l’intera gara e solo per cinque minuti ho visto un atteggiamento troppo contatto, avvenuto dopo il loro secondo pareggio, ma poi ha prevalso la convinzione e la voglia di fare punteggio pieno. Di fronte avevamo giocatori forti e con alcuni di una categoria sicuramente superiore, e non era facile in special modo fuori casa portare a casa il risultato. Vittoria del gruppo che dal primo all’ultimo minuto ha lottato e alla fine vinto, ma già da ora il mio pensiero va al Ladispoli che domenica scenderà al Fattori. Li ci attende un’altra battaglia calcistica.”

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY