Il Team Bike Civitavecchia protagonista anche in Africa

0
195

CIVITAVECCHIA – Una gara a tappe massacrante: 6 tappe più un prologo iniziale, per un totale di 541 km complessivi percorsi per un dislivello totale di 12mila metri. Questa è stata la Cape Pionner Trek, gara che si è disputata in Sudafrica e che ha visto grande protagonista Angelo Guiducci (nella foto), biker del Team Bike Civitavecchia.
Una grande fatica quella del portacolori arancio-fluo, ma anche una grande soddisfazione per quella che, fino a pochi mesi fa, sembrava un’impresa difficile da realizzare: “Il mio amico Niccolò Violati mi ha proposto di partecipare a questa corsa al termine della Cross Country di Giovita, evento organizzato dal Team Bike Civitavecchia: l’idea mi è piaciuta, anche se mi è sembrata difficile da realizzare. Invece ce l’abbiamo fatta ed è andato tutto alla grande”.
Guiducci ha corso con la rappresentativa del Team Pit Stop, attraverso il quale ha ottenuto tuttoa l’assistenza necessaria per affrontare una corsa così difficile. “Non eravamo gli unici italiani al via – ha spiegato Guiducci – in quanto erano presenti anche i fratelli Roberto ed Emanuele Crisi, ed è stato bello poter gareggiare con loro in un altro continente”.
L’organizzazione perfetta della manifestazione ha messo a disposizione dei corridori tutto l’occorrente per vivere al meglio quest’esperienza, nonché tutta l’ospitalità della quale c’è bisogno. “Siamo stati trattati benissimo – spiega il corridore – al termine delle gare venivamo portati nelle strutture ricettive e potevamo avere da mangiare e da bere senza problemi. La tappa più dura è stata sicuramente l’ultima, in quanto ci siamo dovuti fare 40 minuti di camminata a piedi con la nebbia e sotto la pioggia. Il terreno era roccioso, il che complicava il tutto, però è stata veramente una bellissima esperienza”. La coppia Guiducci-Violati ha chiuso in undicesima posizione in classifica generale, un ottimo risultato se si considera che davanti c’erano otto coppie di professionisti.
Grazie a questa avventura, il marchio Race Mountain ha potuto godere di grande visibilità anche in Africa. Sarà possibile rivedere la manifestazione in tv su Bike Channel (canale 214 della piattaforma Sky) nelle prossime settimane.
Dall’Italia abbiamo seguito Angelo Guiducci come meglio potevamo – afferma la presidentessa Vanessa Casati – facendo il tifo per lui attraverso i social network e tramite telefono. Siamo felici che questa esperienza sia stata positiva: adesso Angelo salterà la stagione di cross, dopodiché riprenderà l’attività con la mountain bike. Siamo orgogliosi di aver portato il marchio Race Mountain anche in Africa”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY