Il S. Marinella fa suo il “Madonna delle Grazie”, Cpc deludente

0
136

CIVITAVECCHIA – Va al S. Marinella il torneo a tre “Madonna delle Grazie” disputato domenica ad Allumiere e che, oltre ai padroni di casa e ai vincitori ha visto impegnata anche la Cpc. L’impressione avuta sui due match giocati dalla formazione civitavecchiese è che si poteva e doveva fare di più, almeno contro il Santa Marinella quando schierata era presumibilmente per 8/11 la formazione che affronterà il campionato di Promozione. Così non è stato con la squadra che nel primo incontro ha sì avuto la gestione del gioco quasi per l’intero tempo ma ha faticato fin troppo a dialogare negli elementi, risultando troppo lunga e sfaldata tra i reparti. Ciò ha scaturito i troppi palloni persi a centrocampo in sede di impostazione d’attacco, arrivando al tiro da fuori e senza mai impensierire il portiere tirrenico se non con Boriello di testa su corner.
Per la cronaca nel primo match della CPC (l’unico che abbia concesso spunti degni di nota dei tre giocati), imbavagliato Bevilacqua, con Poggi dall’inizio dopo tanto tempo nell’undici iniziale e con un Elisei che troppo ha faticato ad inserirsi nelle manovre, la squadra avversaria, pronta a ripartire ad ogni occasione, ha gestito il match, non permettendo ai portuali di ragionare e di dare aria alla manovra avvolgente sulle fasce come di solito avviene. Il gol che ha sancito la sconfitta portuale arrivava dopo una punizione di Ferro al ’23; Nunziata , reo di aver calcolato male il rimbalzo del pallone su un terreno scivoloso respingeva a fatica, mettendo in pratica la palla sui piedi di Varchetta che da due metri insaccava. Poi vari tentativi farraginosi da fuori area fino all’occasione di Boriello su corner battuto dalla destra, che di destra colpiva bene ma metteva il pallone alto sopra i legni.
Nel secondo match dei portuali la nota positiva è stata nei sei giocatori classe ’98 che hanno svolto dignitosamente il proprio dovere, ottenendo alla fine il pareggio con l’Allumiere, seppur la gara sia scivolata al termine con qualche fallo di troppo a danno dei portuali e un’espulsione ai danni dei collinari.
Nel terzo incontro, che ha visto di fronte i padroni di casa dell’Allumiere e il Santa Marinella, l’ha avuta la meglio la stanchezza e il freddo pungente calato sullo splendido impianto de “La Cavaccia”, regalando poche emozioni e un pareggio che alla fine ha regalato la vittoria ai tirrenici del Santa Marinella.
Per quanto concerne la CPC2005 una sconfitta salutare, ottenuta su di un campo perfetto ma contro un avversario che nei modi spesso incontreranno sul loro cammino dal 20 settembre in avanti.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY