Cpc con un piede fuori dalla Coppa Italia

0
153

CIVITAVECCHIA – Finisce con un tre a uno finale per la Valle del Tevere l’andata di Coppa Italia di Eccellenza tra Cpc e capitolini, che di fatto mettono una chiara ipoteca al passaggio del turno. La CPC2005 appare in crescendo giocando un buon finale di primo tempo, ma l’approccio latita ancora e la troppa imprecisione sotto porta la sta facendo da protagonista in avvio stagionale. Nota positiva il primo gol ufficiale dall’avvento dell’Eccellenza a opera di Franceschi, un classe 99 che farà ben parlare di sé in futuro. La CPC2005 si affaccia nell’area avversaria con un’azione tra Ruggiero, Poggi ed Elisei, con quest’ultimo che tira fuori.
Cronaca: Al primo cross di Renelli per Neri con la sfera che va a lambire la porta difesa da Chessa. Al 7? Valle del Tevere in vantaggio, la sfera dalla tre quarti arriva a Federici che non perdona: 1 a 0. al 9? la prima sortita della CPC , triangolazione Ruggiero Poggi Elisei, ma la conclusione di quest’ultimo si spegne a lato. All’11 Renelli chiude di fatto la partita portando i suoi sul due a zero. La CPC2095 accusa il colpo ma sciorina allo stesso tempo un finale di primo tempo eccellente, arrivando alla segnatura di un gol e sfiorando il pareggio. Al 22 cross di Elisei imbeccato da Ruggiero, e con fra Franceschi lesto a insaccare per il momentaneo due a uno. Al 33, 41 e 43 tre nitide palle gol ma con Ruggiero, Sacripanti e ancora Franceschi che si fanno respingere da buona posizione le conclusioni. Finisce di sorta qui la spinta dei portuali, con la compagine della Valle del Tevere che amministra la gara nella ripresa, arrivando al terzo gol intorno al 70 ancora con Federici. Nel finale Loiseaux e Elisei hanno la palla per portare a due le marcature dei portuali, ma non è giornata.

“Dobbiamo trovare i 95 minuti pieni nell’arco di una gara – il commento a fine gara di mister Massimo Castagnari – la mancata preparazione dovuta agli infortuni di qualche giocatore ci sta frenando e non poco. Poi le occasioni limpide sbagliate vanno sfruttate, oggi sul finire della gara davanti porta abbiamo sbagliato palle da mettere solo alle spalle del portiere. Ottima la prestazione di Franceschi, un classe 99 ancora ragazzino nell’età ma con la giusta mentalità che ben ha figurato nei 60 minuti che è stato in campo. Fa comunque eco che le squadre fino ad ora affrontate sono compagini importanti e di spessore, e tutto questo non ci ha aiutato ad entrare in questa nuova categoria. È stato quest’oggi un buon test in prospettiva Almas che domenica affronteremo sperando di togliere il numero zero dalla classifica.”

 

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY