Civitavecchiese Fratelli Petito, quanta sfortuna al Campionato italiano

0
218

CIVITAVECCHIA – Gli Esordienti di secondo anno della Civitavecchiese Fratelli Petito erano partiti per il Trentino con l’intenzione di fare bene al campionato italiano a loro riservato, ma purtroppo la sfortuna ci ha messo lo zampino. Marco Mammì e Lorenzo Germani, due mattatori di questa stagione per gli importanti risultati fin qui ottenuti, sono rimasti coinvolti in diverse cadute di gruppo nelle fasi cruciali di corsa. Purtroppo per loro non è stato quindi possibile competere per la vittoria nella gara che ha assegnato la maglia tricolore. Stessa sorte anche nella gara degli Esordienti di primo anno, con Caferri caduto e ritirato.
Per quanto riguarda la squadra Juniores, i ragazzi saranno in città per un ritiro collegiale che durerà 20 giorni. I ragazzi saranno seguiti dai DS Roberto Petito e Fabio Bordacchini per preparare al meglio l’ultima parte della stagione.
“E’ un vero peccato che i ragazzi Esordienti siano stati fatti fuori così perché avevano delle buone gambe – spiega il presidente Patrizio Carraffa – nel ciclismo vince solo uno, ma questo incidente ci ha negato la possibilità di giocarci le nostre carte. Resta un pizzico di amaro in bocca ma guardiamo avanti con serenità, e lo facciamo anche per ciò che riguarda la squadra Junior, che lavorerà per fare un grande finale di stagione”.
Una grande soddisfazione è arrivata invece nella squadra amatoriale, con un grandissimo Maurizio Cattaneo che ha chiuso i 120 km in mountain bike della Dolomiti Superbike con il tempo di 6 ore e 14 minuti, al decimo posto di categoria e 73/o assoluto.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY