I peperoncini di Agriflor per una manifestazione… infuocata

0
302

Non si è soliti annoverare le coltivazioni di peperoncini tra quelle più diffuse tra i coltivatori del nostro territorio, eppure l’azienda agricola “Agriflor” di Tortorella Luciano, avente sede presso Terni, si occupa proprio di questa particolare produzione e la esporrà con orgoglio nel contesto della mostra “Terme in Fiore” che la nostra città ospiterà questo weekend.

Quali piante esporrete alla mostra?

“Alla mostra porteremo le nostre coltivazioni di peperoncini piccanti ed erbacee perenni. Noi ci occupiamo anche di piante aromatiche ma questa non è la stagione adatta per proporle perché è ancora presto”.

Vi sono delle specie particolari tra le vostre coltivazioni?

“Sì, tra quelle di peperoncini oltre al classico auricchio calabrese e al tradizionale jalapeno, abbiamo l’esemplare dello scorpion , un peperoncino molto piccante e poco conosciuto. Per quanto concerne le erbacee perenni abbiamo la lithodora, la chocolate e la saxifraga che proprio in primavera produce dei suggestivi steli carnosi da cui nascono tanti fiorellini dal bianco al rosa scuro”.

Di quali tecniche di coltivazione vi servite?

“Per i peperoncini utilizziamo le due fasi della semina e della germinazione e in seguito trasferiamo la pianta in vasi dalla grandezza variabile a seconda della stagione. Per quanto riguarda le erbacee generalmente coltiviamo per talea, anche se a volte mi reco fuori dall’Italia per reperire dei semi di piante particolari che qui non vengono trattate”.

Giordana Neri

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY