“Tra er dire e er fare”

0
276

CIVITAVECCHIA – Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Tra er dire e er fare”

Quanno se so’ insediati me so’ detto:
Pe’ l’Enele saranno assai casini
Mo se lo magneranno a cinichetti
Nun c’è più scampo pe quell’ente abbietto.

So passati du anni e li grillini
Stanno a creacce un sacco de sospetti:
L’Enele è diventato l’amichetto
E se so presi puro li quattrini.

Insomma nun sarà che le promesse,
Je so servite solo a la kermesse
Perché la gente li benedicesse?

E mo che stanno lì pe governare
E affogano ogni giorno in mezzo ar mare
Capiscono che er dire nun è er fare.

Pasquino dell’OC

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY