“Oggi e ieri”

0
153

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Oggi e ieri”

Ogni vorta che pare d’annà mejo
De pijà un po’ de fiato e de speranze
C’è chi corre pe’ prenne le distanze
E rovinatte subbito er risvejo.

Tutti cianno oramai la vocazzione:
Bersani poi Calenda e doppo Renzi.
E’ così che er futuro lo licenzi
Se perde sempre co’ la divisione.

Togliatti Nenni Amendola e Paietta
Moro Rumor Fanfani e poi Forlani
La Iotti co’ l’Anselmi ne la vetta,

Craxi, Saragatte, i Lamalfiani
Co’ Berlinguer – la lista adè imperfetta –
Mo ce pare che aderano marziani.

Guardavano ar domani
Oggi invece se pensa ar partitino
Che po’ durà ‘na sera ed un mattino.

Pasquino dell’OC

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY