“L’omo potente”

0
94

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “L’omo potente”

Quanno l’omo se sente assai potente
E pensa pure d’esse intelligente,
Diventa quasi sempre prepotente,
Dall’arto in basso giudica la gente.

Si adera brutto bello mo se sente,
Se persuade d’esse assai attraente
E de tutti se sente er più valente.
Chi je diceva male mo’ se pente.

Lui quanno passa pensa veramente
Che er popolo lo guarda riverente,
Ricambia, ma coll’aria sufficiente.

Da la folla però quarche insolente
Che nun vo’ esse cavajer servente
Je lo strilla cor core: sei un fetente.

Pasquino dell’OC

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY