“L’offesa”

0
175

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “L’offesa”

Po’ esse che so’ io l’esaggerato
Ma er clima ner paese nu me piace
Pare ‘na gara a chi adè più capace
A daje addosso a chi è più disperato.

Er barcone ner mare va affonnato
Si ‘n emigrante more nun dispiace
Anzi quarcuno pure se compiace
Insomma er monno è proprio ribbartato.

Quarcuno dice: allora sei bonista
E lo dice pensanno ch’è n’offesa.
Bonista a chi? Sei tu che sei un razzista

Si me sentissi come parte lesa.
Invece te confesso, me rattrista
Vedé l’umanità che va in discesa.

Pasquino dell’OC

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY