“Li pentastellati e la rete”

0
203

CIVITAVECCHIA – Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Li pentastellati e la rete”

Sentivo l’artra sera un dirigente
Der cinquestelle che parlava bene
Diceva che lui er popolo lo sente
Che lo vo’ liberà da le catene

“Er cittadino conta veramente”
Diceva, e me pareva uno perbene.
E io pensavo, essenno assai innocente:
“Forse a daje er potere ce conviene”.

Quanno poi j’hanno chiesto chi commanna
In quello che se chiama er movimento
“La rete” j’ha risposto, “e nun inganna”

È lì che me so’ fatto un po’ più attento.
Nun è che poi ce tocca ‘na condanna
Da chi dice che vole er cambiamento?

Fermamoce un momento
Io nun vojo rischià de finì peggio,
Ne le mani de Grillo e Casaleggio.

Pasquino dell’OC

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY