“Le pajacciate”

0
178

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Le pajacciate”

Io nun so com’adè er cervello umano,
E’ un po’ de tempo che me lo domanno
Tarvorta ner silenzio me ciaddanno
Quarche vorta lo strillo e fo er villano.

Quelli ch’hanno da facce da guardiano
O fanno finta o proprio nu lo sanno
Che Citavecchia soffre e cià l’affanno:
Nu ce pensano manco da lontano.

Quanno leggo messaggi da esartati
De st’amministratori cinquestelle
Me chiedo se noi semo amministrati

Da chi cià fori pista le rotelle.
Pe nasconne che semo disastrati
Ce raccontano solo le storielle.

Tu ridi a crepapelle?
Io invece nun riesco a fa er pupazzo
Le pajacciate m’hanno rotto er cazzo

Pasquino dell’OC

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY