“La differenza”

0
125

CIVITAVECCHIA – Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto intitolato “La differenza”

La voj sapé qual’è la differenza?
Che si uno sta male veramente
A me nun me ne frega proprio niente
Si cià un colore o cià n’appartenenza.

A me basta sentì la sofferenza
Pé scordamme che quello è un concorrente:
Er core me se strigne come gnente,
Je vojjo bene senza reticenza.

Invece c’è chi pensa che er nemico
Ha da mori ammazzato, annà in galera
Venì schiacciato peggio d’un lombrico

A quelli la coscienza je s’azzera
Perché ho scoperto e chiaro te lo dico
Che j’interessa solo la carriera.

Pasquino dell’Ottimo Consiglio

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY