“Er Ministro”

0
207

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Er Ministro”

Ogni vorta che parla la stronzata
Je viene come fosse naturale
La parola je parte casuale
Senza distingue er serio e la cazzata.

Lui dice che la cosa è architettata
Da chi cià invidia e forse je vo’ male
Oppure da chi adè intellettuale
E cerca l’espressione ch’è sbajata.

Aggiunge poi e senza esitazzione
Ch’è mejo pe’ un ministro cinquestelle,
Esse ignorante onesto che marpione.

E io je do raggione.
Ma me domanno: nun è conveniente
Trovà un ministro onesto e competente?

Pasquino dell’OC

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY