“Er funerale”

0
322

CIVITAVECCHIA – Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto, intitolato “Er funerale”.

De ‘n amico so stato ar funerale,
Ch’è stato un assessore communale ,
C’era na grande carca in cattedrale
E la cosa nun era accidentale.

Solo che risurtava assai evidente:
Nessuno de la giunta era presente
E puro er gonfalone adera assente.
Insomma nun jje ne fregava gnente.

De chi ha lavorato ner passato
Nun c’è memoria ner pentastellato,
Tutto dovrebbe esse cancellato.

E poi pretenne d’esse rispettato.
Ma allora si quarcuno è spintonato
J’è annata bene: te lo sei cercato.

Pasquino dell’OC

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY