“Er ciarlatano”

0
139

CIVITAVECCHIA – da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Er ciarlatano”

Cor soriso che je scopriva er dente
Parlava da lo schermo ar cittadino,
Diceva che er futuro adè vicino,
Che presto nun ce mancherà più gnente.

E io pensavo: guarda sto caìno
Quello che dice nun è vero gnente
Vole sortanto abbindolà la gente,
Sta a prenne per il culo er cittadino.

Sentenno ste parole fastidiose
Da la televisione m’allontano.
E mentre sto a pensà tutte ste cose

Su lo schermo riappare er ciarlatano
Che vedo, pe’ raggioni misteriose,
Co’ la faccia che pare er deretano

Pasquino dell’OC

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY